Orsi polari dispersi in mare



L'Artico, quella enorme distesa di ghiacci fondamentale per l'equilibrio del clima sulla Terra, si sta sciogliendo, sempre di più. Già nel 2007 si è raggiunto il triste record del minor livello dei ghiacci, primato che potrebbe essere superato proprio quest'anno. A farne le spese sono anche gli animali che vivono sui ghiacci, in particolar modo gli orsi polari.
Recentemente, sono stati avvistati nove orsi in mezzo al mare artico. La banchina di ghiaccio dove vivevano si è improvvisamente staccata dalla zona circostante e ha iniziato ad andare al largo, dove ha iniziato a sciogliersi. Anche se sono bravi nuotatori, molti degli orsi non ce l'hanno fatta, e quelli sopravvissuti, ormai stanchi, sono ancora in alto mare mentre cercano di andare a Nord, a 600 km dalla zona di ghiaccio più vicina.
Il Wwf vuole chiedere una nave delle Forze armate degli Usa per cercare di effettuare un salvataggio che sembra però impossibile.
E' bene ricordare che gli orsi polari sono una specie in via d'estinzione. La caccia abusiva è uno dei motivi principali per cui questi animali sono a rischio. E molto ancora si potrebbe fare: attraverso delle leggi si potrebbe modificare l'habitat per disporlo agli orsi, se la scomparsa dei ghiacci è un altro serio motivo da prendere in considerazione. Tuttavia, l'Alaska rifiuta questa proposta, e anzi vuole convincere il governo Usa a modificare la lista degli animali a rischio, facendo togliere proprio l'orso polare.
E' chiaro che sarebbe un grave errore, ma sarebbe ancora più grave sottovalutare l'emergenza del surriscaldamento globale, un pericolo che coinvolge non solo gli orsi, ma tutto il pianeta, compresi noiesseri umani, che ogni tanto ci crediamo immuni da tutto quello che ci succede attorno. [WWF]

Milesmood

4 commenti:

  1. L'orso polare a cui si scoglie il ghiaccio sotto ai piedi è un'icona algoriana di successo. Tutti oramai temono per le sorti degli Orsi polari. Quello che nessuno sa però è che gli Orsi polari sono fortemente aumentati, passando da 5.000 a 20.000 esemplari in pochi anni e non corrono assolutamente pericolo di estinzione, a fronte del 90% del ghiaccio artico tuttora presente. (fonte: intervista a Sterling Burnett, titolare degli studi su clima e ambiente al National Center for Policy Analysis di Dallas, rilasciata alla Stampa di Torino del 3 febbraio 2006 e riportata nel libro: Che tempo farà - Falsi allarmismi e menzogne sul clima; di Riccardo Cascioli e Antonio Gaspari, Piemme 2008).
    Ambientalismo di Razza

    RispondiElimina
  2. Ok, allora la prossima volta eviterò di allarmarmi se comunque degli animali rischiano la vita. Tanto ce ne sono 20000 pronti a sostituirli.
    Dov'è la differenza?
    Ps: so di quelle teorie circa il presunto surriscaldamento globale che non esiste. Tuttavia, essendo comunque una scienza, non c'è mai la certezza assoluta. Una scienza che dice Questa è la verità non sarebbe scienza. Pertanto, ognuno da la propria interpretazione dei fatti, abbracciando una teoria che più è vicina al suo pensiero. Perciò, la prossima volta, evita di venire qui a fare il/la saputello/a. Non sei certo tu la verità. Come non lo sono io

    RispondiElimina
  3. ke merde!!!!!!!!invece di scrivere tt qst cs xkè nn pensassero a fare qualcosa di concreto cm prenderli e portarli nella cost più vicina????!!!!???ke brutta cs l'ignoranza!!!!
    da giuliet!!

    RispondiElimina
  4. oh voi due la soprea mi raccomando nn scannatevi ke esiste il diritto di pensarla cm si vuole!!!!!gne gne gne gne gne!!!!ihihiihihihihihihi giuliet

    RispondiElimina

Il grande colibrì