Anche tre le gambe delle donne... Lo strap-on, il pene artificiale con cui tutti possono penetare

So join me brothers and sisters
in my strap-on revolution,
where all men and women
shall be given equal-sized
government issued strap-ons,
one model, one color,
one for every man, woman, and child.
So that everyone can have
the ability to have strap-on sex.
Kit Yan

Pochi altri oggetti possono essere definiti rivoluzionari come lo strap-on dildo, un geniale e piccolo (beh, dipende!) sex-toy che, come vedremo, è capace di rompere tutti gli schemi. E non solo gli schemi, a dire il vero...

Innanzitutto: che cos'è uno strap-on dildo? E' un dildo (un giocattolo erotico per la penetrazione anale e/o vaginale) che, in genere grazie a vari sistemi di imbracatura, può essere indossato. Esistono moltissimi diversi modelli di strap-on e anche differenti usi possibili, dal momento che questo oggetto può essere utilizzato sia da donne che da uomini, sia su donne che su uomini...

L'uso più comune, nel mondo reale, è all'interno del pegging, quella pratica sessuale che prevede la penetrazione anale dell'uomo da parte di una donna.

LESBICHE

Nel mondo della pornografia, invece, lo strap-on sembra essere lo strumento tipico dei rapporti lesbici. Il che non è (sempre) vero.

In effetti, la comunità lesbica dibatte vivacemente sull'uso di questo giocattolo erotico, che finisce spesso e volentieri al centro di diatribe a carattere ora ideologico ora personale.

Lo strap-on, come in generale tutti i dildo, viene considerato da alcune lesbo-femministe come una intromissione intollerabile di fallocentrismo all'interno delle loro dinamiche relazionali. Critica per molte ormai superata grazie allo sviluppo delle teorie queer (le quali, guarda caso, hanno preso ispirazione anche dallo strap-on...): “Se escludi lo strap-on solo perché ti sembra imitativo dell'eterosessualità, ti stai perdendo qualcosa di piacevole. Susie Bright l'ha detto anni fa: scopare non è più eterosessuale che baciare”.

Quando invece il rifiuto dello strap-on è motivato da sensibilità personali, conviene introdurre l'idea di utilizzare questo oggetto in modo molto delicato e progressivo, per rispetto della partner che, altrimenti, potrebbe avere reazioni anche traumatiche: “La mia ragazza mi ha chiesto di scoparla con uno strap-on. Mi sembra una cosa sbagliata, come varcare un limite, entrare in un terreno di identità maschile che non voglio attraversare. Ho pianto” racconta una lesbica, mentre un'altra dice: “La mia ragazza è eccitata dall'idea di avere un 'pene' e vorrebbe che glielo masturbassi e succhiassi come se fosse vero. Per me è umiliante. E poi odio il fatto che gli strap-on siano così realistici”.

Le donne, nei rapporti lesbici come in quelli eterosessuali, possono indossare praticamente tutti i modelli di strap-on, sia quelli classici (dotati solo di dildo esterno) sia quelli doppi (in cui al dildo esterno se ne aggiunge uno interno, da inserire nella vagina o nell'ano) sia quelli tripli (dildo esterno + dildo vaginale + dildo anale).

UOMINI

Gli uomini, invece, sono ovviamente esclusi dall'utilizzo degli strap-on tripli e di quelli doppi con dildo interno vaginale.

Va precisato che solo in rari casi lo strap-on è indossato da uomini. Questo giocattolo erotico può permettere di avere rapporti sessuali penetrativi a uomini con gravi disfunzioni erettili, ma, utilizzando particolari modelli, può anche permettere a un uomo di penetrare la compagna contemporaneamente nella vagina e nell'ano.

Inoltre, gli uomini che ritengono di non riuscire a soddisfare il partner a causa delle ridotte dimensioni del proprio organo sessuale possono ricorrere a speciali strap-on con grossi dildo cavi in cui inserire il proprio pene.

TRANS

Parlando di strap-on indossati da uomini, non bisogna poi dimenticare i transessuali FtM (female to male, dal femminile al maschile), ai quali l'uso del dildo indossabile permette di avere una vita sessuale penetrativa anche in assenza dell'organo genitale maschile. Uno di loro afferma: “Non sono nato uomo, ma, cazzo, posso indossare uno strap-on!”.

Molti uomini transessuali affermano di sentire la presenza di un “pene fantasma” e considerano lo strap-on come una sorta di sua “materializzazione”, come spiegato molto bene in queste parole: “Quando lo indosso, ho una connessione fisica (o forse psicologica) tanto forte con il mio uccello che raggiungo l'orgasmo per una sega fatta al mio strap-on, anche se non c'è sensazione tattile”.

La tipologia di strap-on preferita da molti trans FtM è la Feeldoe (foto sopra), costituita da un bulbo lungo circa 6 cm, da inserire tra le labbra della vagina, e da un grosso dildo per la penetrazione del partner: il vantaggio è dato dal fatto che, rimanendo al suo posto senza necessità di alcuna imbracatura, spunta in mezzo alle gambe di chi lo indossa come un pene vero. Purtroppo molti lamentano l'eccessiva lunghezza del dildo (da 13,4 cm a più di 17) e l'uso di colori innaturali. Il modello più piccolo in silicone costa circa 60 euro, mentre alcuni modelli in acrilico raggiungono i 140 euro.

Sono invece rare le trans MtF (male to female, dal maschile al femminile) ad utilizzare lo strap-on. In questi pochi casi, la trans che voglia avere una vita sessuale penetrativa (desiderio condiviso con altre donne, come avremo modo di vedere parlando di pegging) utilizza lo strap-on o perché gli ormoni le hanno inibito la funzione erettile del pene o perché non desidera utilizzare nella penetrazione il proprio pene, dal momento che non gli riconosce una funzione sessuale.

SALUTE

Gli strap-on vanno tenuti sempre puliti e devono essere lavati e disinfettati prima e dopo il loro utilizzo. Se lo strap-on viene utilizzato su più persone, occorre ricoprire il dildo con un preservativo e cambiare il preservativo prima di ogni singola penetrazione. L'uso del condom è consigliato anche quando la persona penetrata è una sola, dal momento che facilita molto la pulizia del giocattolo..

ACQUISTARE UNO STRAP-ON

Consigliare come acquistare uno strap-on non è per nulla semplice:i modelli sono tantissimi, con differenze enormi per quanto riguarda i materiali utilizzati, i sistemi di imbracatura, il numero di dildi presenti (da uno a tre) e le loro dimensioni, la presenza o l'assenza di sistemi di vibrazione. E anche i costi, che variano dai 20 ai 200 euro.

Comunque, chi fosse interessato all'acquisto di uno strap-on farebbe bene innanzitutto a discuterne approfonditamente con il proprio partner o i propri partner), in modo da valutare bene le esigenze di tutti, e poi visitare qualche sexy shop (anche su internet) per scegliere il prodotto che potrebbe soddisfare al meglio le proprie richieste.

In ogni caso, controllate che il sistema di imbracatura permetta al dildo di rimanere in posizione, cosa che, ad esempio, non succede con i modelli più economici, nei quali il pene artificiale è attaccato direttamente a una fascia elastica. In questi casi, il dildo va per i fatti suoi e la penetrazione diventa quasi impossibile!

I modelli che, tramite vari sistemi, permettono di inserire nello strap-on diversi dildi sono molto costosi, ma utilissimi per chi dispone già di un'ampia collezione di falli artificiali. Ovviamente, occorre assicurarsi prima che i propri dildo possano adattarsi allo strap-on.

E attenzione anche ai materiali scelti per il dildo. Il più piacevole è senza dubbio il cuoio, morbido e caldo, ma anche molto costoso, difficile da pulire e poco duraturo. I prezzi si abbassano con il lattice, che però si rovina facilmente. I materiali più economici sono il PVC (da evitare assolutamente: è cancerogeno!) e altri materiali sintetici, come nylon e pelle sintetica, che sono anche quelli meno deteriorabili e più facili da pulire.

Little Prince(ss)

Ti interessano i sex toys? Segui questo ___fil rose___!

20 commenti:

  1. Decisamente singolare come post!
    Sarebbe interessante vedere quella che è stata l'evoluzione storica di questi "aggeggi"...
    Lo so, chiedo troppo!

    Un caro saluto.

    RispondiElimina
  2. @ Amm. Blog Senza Nome:
    Delineare la storia del sesso, dei modi di fare sesso e degli oggetti usati per il sesso non è assolutamente semplice.
    Un po' a causa delle reticenze e dei pudori degli storici, che si occupano poco di questi argomenti, anche temendo che vengano considerati più come notizie di gossip che come approfondimenti sulle civiltà passate (e pensare che questi argomenti raccontano tanto delle persone e della società in cui vivono...).
    E un po' anche a causa delle reticenze e dei pudori dei nostri avi, che in genere non hanno lasciato molte testimonianze chiare ed esplicite a proposito dei loro costumi sessuali.
    Esistono molti reperti storici - e preistorici - dalla forma fallica, ma chi può dire con certezza a cosa servissero? Oggetti sacri? O oggetti di piacere? In molti casi, gli storiografi si dividono.

    L'unica testimonianza abbastanza certa dell'uso di strap-on nei secoli passati è contenuta nel Kamasutra indiano (I-VI sec. d.C.).
    Alcuni storici fanno esempi tratti dal Paleolitico e dalla storia antica di Grecia, Cina, Francia e di alcune zone dell'Africa, ma, sinceramente, sono esempi su cui non c'è alcuna concordanza.

    RispondiElimina
  3. Io ieri ,dopo molti anni a desiderare di avere un rapporto con una che indossa uno strap on,finalmente,ieri sono andato ad acquistarne uno in un sexy shop,questo dopo aver fatto due gioni a parlare dei modelli con la mia lei,e finalmente in questo week end potro fare questa esperienza,volevo soffermarmi sul fatto che a volte come nel mio caso(e mi ritengo MOLTO fortunato), mia lei essendo piu giovane, magari chissà che pensa di queste pratiche,ma se c'è stima e ci si vuole bene,si passa sopra tranquilamente e senza problemi alle solte "teghe" che la gente si fa sentendone parlare.
    Io per quel che mi riguarda,ritengo che una coppia che arriva a fare quese pratiche,non sia affatto strana,a anzi sia da stimare perche sanno com'è la loro sessualità e la vogliono vivere al meglio per un piacere intenso e reciproco.
    Salve a tutti M.Z.

    RispondiElimina
  4. @ M.Z.:
    Beh... buon divertimento! Poi raccontaci com'è andata!

    RispondiElimina
  5. Mi piacerebbe far comprare uno strapon a mia moglie ma non so come dirglielo...
    consigli?

    RispondiElimina
  6. ragazzi... va bene tutto ma se volete un pene, vero o finto, vi piace il pene, che sia chiaro...

    RispondiElimina
  7. Io qualche volta lo utilizzo con la mia compagna e credetemi è fantastico farsi possedere da dietro dalla propria donna

    RispondiElimina
  8. Qualcuno ha mai usato quelli che stanno su da soli inseriti nella vagina,come descrive questo articolo?
    La domanda è:ma stanno al loro posto senza cinghie o vanno ovunque ed escono?

    01 maggio 2009 01.31

    RispondiElimina
  9. @anonimo che ha detto
    "ragazzi... va bene tutto ma se volete un pene, vero o finto, vi piace il pene, che sia chiaro..."

    Sei ridicolo, hai solo paura di non trovare giustificazioni nei confronti dei dogmi che ti sono stati instillati. Dovresti solo provare... probabilmente ti piacerebbe. In ogni caso l'eterosessualità assoluta è una cosa molto rara, praticamente un'illusione (parlo di entrambi i sessi).

    RispondiElimina
  10. Pareri contrastanti! Io sono etero eppure gradisco l'idea di farlo con la mia attuale ragazza

    RispondiElimina
  11. Bello l'articolo, sempre recente. Leggendo i commenti si capisce che c'è sempre un po di ignoranza nella conoscenza del sesso di coppia!

    RispondiElimina
  12. Opinioni di prima mano sul Feeldoe?

    Mi piacerebbe provarlo con la mia ragazza, ma la spesa non è indifferente e... se poi è una mezza fregatura?

    RispondiElimina
  13. Ciao, sono un ragazzo di 27 anni di Roma e mi piacerebbe provare un'esperienza con strap-on, con donna ovviamente...
    Se qualche pulzella volesse, mi contatti a papero.84@gmail.it

    RispondiElimina
  14. ki lo indossa provapiacere o non sente nulla??

    RispondiElimina
  15. prova a fare un 69

    RispondiElimina
  16. confermo tristemente di evitare i dildo economici in pvc, dopo 3 mesi ha causato cancro in entrambi le parti dove e' stato usato.. :(

    RispondiElimina
  17. Ciao,
    io per i miei acquisti piccanti ho scelto i vibratori di LuxuryPleasure.com: alcuni sono molto discreti ed eleganti, il mio ragazzo li usa su di me per ore.... ;-)

    RispondiElimina
  18. Ciao sono Sara, io ed il mio ragazzo eravamo curiosi di giocare con lo strap on, preannuncio che il nostro rapporto era un po' in crisi, beh lo abbiamo acquistato su www.sexyshopa69.it, parentesi sito che ti consiglio, tornando a noi da quando abbiamo iniziato a giocare con questo gioco il nostro rapporto è cambiato ed è più complice..giochiamo in molti modi lui mi fa la doppia penetrazione e io penetro lui..abbiamo tutta una intesa segretamente nostra..lo consigliamo

    RispondiElimina
  19. Ciao mi chiamo Melissa e son bisex, con il mio ragazzo abbiamo sempre parlato di strap on e scherzavamo molto fino a quando una sera ci hanno invitato ad un festino privato insieme ad altre coppie. Abbiamo visto lì come funzionava, anche se quella sera non abbiamo voluto partecipare a questo tipo di gioco.
    Dopo qualche tempo abbiamo avuto la curiosità e lo abbiamo comprato è senza cinta, uno stimolatore vaginale per me e un fallo per lui, si inserisce dentro di me e lo penetro fantastico!
    Vi lascio il link
    http://www.sexymachine.it/falli/falli-indossabili.html?

    RispondiElimina

Il grande colibrì