Sì Noi Possiamo

Quando abbiamo superato delle prove apparentemente insuperabili; quando ci hanno detto che non eravamo pronti o che non dovevamo provare o che non potevamo, generazioni di americani hanno risposto con una semplice frase che riassume lo spirito di un popolo.

Sì, noi possiamo.

Questa frase era scritta nei documenti fondatori che dichiaravano il destino di un paese.

Sì, noi possiamo.

È stata mormorata dagli schiavi e dagli abolizionisti, aprendo uno spiraglio di luce verso la libertà nella notte più buia.

Sì, noi possiamo.

Lo hanno cantato i migranti che lasciavano terre lontane e i pionieri che progredivano verso ovest nonostante una natura spietata.

Sì, noi possiamo.

È stato l'appello degli operai che si organizzavano in sindacati; delle donne che lottavano per il diritto di voto; di un presidente che ha fatto della Luna la nostra nuova frontiera; e di un re che ci ha portato in cima alla montagna e ci ha mostrato la strada verso la Terra promessa.

Sì, noi possiamo avere giustizia e uguaglianza. Sì, noi possiamo avere possibilità e prosperità. Sì, noi possiamo guarire questa nazione. Sì, noi possiamo riparare questo mondo.

Sì, noi possiamo.

Barack Obama

Leggi anche:
* "Abbronzatissimo": ecco la nuova canzone di Silvio Berlusconi e Mariano Apicella!
* Barack Obama: omofobo o gay friendly? Forti contraddizioni, immense speranze
* Incredibile....

3 commenti:

  1. conoscevo rawls come economista,
    adesso ho scoperto che in realtà era ben altro,
    un pensatore prestato all'economia.

    una considerazione (amara) su obama:
    in america è ancora possibile (chi ci avrebbe creduto un anno fa?),
    da noi (lasciamo perdere quelli per i quali è solo un negro, figlio di extracomunitario che si è "fatto" una bianca, e per questo mignotta) non è possibile,
    a 47 anni sei un giovane politico che (uomo) può aspirare ad essere un piccolo ministro (se sei donna, più giovane e zoccola uguale carriera ma a breve termine),
    il massimo dell'assurdo s.b. che si è affrettato a dire che potrà consigliarlo dall'alto della sua esperienza.
    dimostra quanto s.b. non abbia capito un cazzo,
    e dimostra che gli italiani che lo votano non capiscono davvero un cazzo.
    l'america ha dimostrato di voler cambiare pagina,
    magari non ci riuscirà,
    ma basta con il vecchio sistema che ormai non si adatta più al mondo moderno.

    p.s.
    e vogliamo parlare di gasparri?
    ahahhahaahah!

    RispondiElimina
  2. davvero l'inizio di un nuovo mondo.. speriamo che la ventata arrivi fino a noi...

    RispondiElimina
  3. qualcosa è già cambiato :)

    RispondiElimina

Il grande colibrì