Fai della Terra la tua amante: l'ecologismo erotico di Elizabeth Stephens e Annie Sprinkle

Guerre, violenze, danni ambientali, odio. Se si iniziassero a contare tutti i mali del mondo si verrebbe facilmente presi dal desiderio di urlargli dietro che è una merda. Oppure, colti dalla spasmodica voglia di liberarsi da sensi di colpa, ci si tuffa sul telefonino per inviare sms al costo di un euro per qualche causa.

Elizabeth Stephens e Annie Sprinkle sono due artiste che, al contrario, non si buttano dietro a vetrate di pessimismo, vittimismo e altro per rilanciare un sentimento di appartenenza a questo mondo. Entrambe eco-sessuali, considerano l’amore verso la Terra il sentimento che può cambiare la rotta ormai segnata del pianeta. Contro cataclismi umani non serve a niente battersi i pugni sul petto, occorre riandare alle radici del senso di lealtà verso la terra, l’ambiente.

In sostanza, cambiare il modo stesso in cui si può, e si deve, lottare per migliorare le sorti del pianeta. Un nuovo ecologismo basato sull’erotismo della natura. Per queste ragioni, la coppia ha creato il Love Art Laboratory, un laboratorio artistico che si propone di realizzare questo impegno. Attraverso l’arte si può tentare di riscoprire questa sensazione persa, ritrovandola attraverso colori, gioia di vivere e, soprattutto, amore.

In questo senso, le opere artistiche più importanti del laboratorio sono matrimoni che legano l’umanità con il pianeta. Ogni anno è un aspetto diverso della natura uno dei celebrati. Quest’anno, a Venezia, il Mare è stato lo sposo (l’evento lo si può vedere nelle foto), subito dopo il Cielo, evento celebrato a Oxford. Un anno blu, secondo le intenzioni delle due artiste. Infatti, nei loro progetti artisici c’è la ricorrenza di cambiare tema e colore ogni anno, in modo da modificare nel tempo i vari aspetti della natura.

Questa intervista ci è stata concessa per presentare meglio le due artiste e il loro lavoro.

* * *

Potreste descrivere cos’è il Love Art laboratory e come è nata quest’idea?

Noi siamo una coppia artistica che si è impegnata a realizzare progetti d’arte che esplorano, generano e celebrano l’amore. Amiamo l’arte concettuale e sperimentale, inoltre entrambe abbiamo esperienze derivanti dal fare opere sulla sessualità e il genere. Per questo i nostri lavori possono essere veramente sexy senza che siano realizzati nel solito modo.

Il Love Art Laboratory è cresciuto come una nostra personale risposta alla violenza della guerra, al movimento contrario ai matrimoni gay e alla prevalente cultura dominata dai soldi. I nostri progetti sono gesti simbolici, voluti per aiutare il mondo a diventare un posto più tollerante, sostenibile e pacifico. Abbiamo fatto questo per cinque anni. Adesso siamo impegnate in progetti che intendono aiutare la Terra e il nostro movimento ecologico. Per questo ci descriviamo come ecosessuali.


Come potreste descrivere i sentimenti che scaturiscono negli invitati che partecipano ai vostri matrimoni?

Una delle manifestazioni che facciamo è creare grandi matrimoni d’arte. Abbiamo fatto sette grandi matrimoni negli ultimi cinque anni, in cinque nazioni diverse. Non abbiamo mai chiesto nulla se non invitare le persone a collaborare alla creazione dell’evento. Così tanti artisti e altra gente generosa ci hanno aiutate a sviluppare queste incredibili feste d’amore, le quali sono anche imponenti manifestazioni d’arte. Per esempio, 150 persone hanno collaborato al nostro Matrimonio Verde e circa 400 persone vi parteciparono.

Ma, per rispondere alla domanda, le persone amano davvero i nostri matrimoni e li lasciano sentendosi ispirati e amati. Molti degli ospiti si impegnano anche con dei giuramenti, promettendo di prendersi cura dell’ambiente. Questo è veramente bello. Le persone in genere ci dicono che durante e dopo i nostri matrimoni si sentono positive e fiduciose.


Qual è l’importanza dei colori nei vostri momenti artistici?

Linda Montano è una famosa artista americana che vive a New York. Fa performance art utilizzando il sistema dei sette chakra, ossia si esibisce incrementandosi ogni sette anni. E’ una “life artist”. Cinque anni fa invitò altri artisti ad utilizzare la sua struttura, e dieci artisti accettarono la sua offerta. Così anche noi utilizziamo la sua configurazione per i nostri progetti. Ogni anno è basato su un tema, colore e chakra diverso. È impressionante, veramente illuminante!


A Venezia avete celebrato un matrimonio erotico con il mare, un’idea veramente romantica. Cosa pensate dell’inquinamento e dei disastri ambientali nel mare? Può essere considerato anche come una ferita alla vecchia concezione dell’acqua come fenomeno estetico?

L’ultimo anno abbiamo sposato la Terra in California del Nord. All’inizio di quest’estate abbiamo sposato il Cielo in Inghilterra e poi il Mare a Venezia. Vogliamo diffondere l’idea della Terra come un’amante. Perché è qui che c’è mutualità. Se la Terra è una madre allora pensiamo che si prenderà sempre cura di noi. Ma siamo noi che ora dobbiamo proteggerla, così che lei ci possa custodire. Inoltre, la Terra è così sexy.

Noi siamo ecosessuali. Siamo innamorati della Natura. Odiamo l’inquinamento, la distruzione delle montagne, foreste, giungle, la plastica nel mare. È orrendo. La Terra è così incredibile e bella, così sensuale e sexy. Ma dobbiamo ammettere che siamo parte del problema. Guidiamo automobili, usiamo plastica, carta, legno. Abbiamo tanta spazzatura. Stiamo cercando di diventare migliori amanti del Pianeta, ma ci sono ancora cose da imparare e dobbiamo migliorare molto. Questo ci può venire dall’amore, possiamo fare questi cambiamenti in un modo divertente, con gioia. Non deve essere una lotta.

E’ vero che ci sono molti affari corporativi che sono difficili da combattere, ma questo scontro può essere eccitante e bello. Stiamo cercando di rendere gli altri più empatici con la necessità generale di amare la terra e di diventare ecosessuali con noi, prendendo come riferimento proprio questo amore.


Quali sono i prossimi progetti che avete in mente?

Adesso siamo in tour per rappresentare una pièce teatrale intitolata “Sporca Sessecologia – Come Fare l’Amore con la Terra”. Inoltre, stiamo cercando di sviluppare lo show per allungarlo e renderlo più spettacolare. Amiamo portarlo in altre Nazioni. Inoltre, stiamo pensando di sposarci con la Luna il prossimo anno. Sapevate che la NASA ha già spedito una bomba sulla Luna? È incredibile come siano così distruttive le persone. Così, ecco perché stiamo provando a celebrare l’amore e a rendere il movimento ecologista più erotico.

In più, ci sono moltissimi progetti su cui ci stiamo concentrando. Lavoriamo duro ma amiamo quello che facciamo, è divertente. Invitiamo tutte le persone a visitare la nostra casa virtuale del Love Art Laboratory. Li tutti i nostri progetti sono aggiornati e le persone possono registrarsi per poter poi essere invitati ai nostri matrimoni.


Milesmood

Ti interessa l'arte erotica? Segui questo ___fil rose___!

Leggi anche:
* "In Campania si è coperto il vero disastro" - Intervista in due parti
* L'ambientalismo danneggia, punto. Ecco il giornalismo d'approfondimento del Giornale
* "Venite insieme per le foreste!": ecco il film "porno-ecologico" di Greenpeace

3 commenti:

  1. Se trattasimo veramente la terra come un amata forse molte cose cambierebbero

    RispondiElimina
  2. Spero proprio che Elizabeth Stephens e Annie Sprinkle vadano a fare in culo con NoirPink... Gente d'Italia non leggete questo blog!!!!!

    RispondiElimina
  3. Passivo Torino9 ottobre 2009 01:21

    Anonimo, impara il rispetto e rispetta la buona educazione in rete! Patetico!

    RispondiElimina

Il grande colibrì