"Borghezio e la Lega Nord modello per i fascisti di tutta Europa": una video-inchiesta francese

Mentre Repubblica pubblica una lunga inchiesta sull'estrema destra italiana, ecco un'inchiesta francese sul fascismo in Europa ("Europa: ascensore per i fasci"). Si parla anche dell'Italia, dove i fascisti "condividono già il potere". Vi proponiamo l'indice dei passaggi dedicati all'Italia, i video e la traduzione della parte relativa a Mario Borghezio, intervenuto ad un incontro di Nissa Rebela, movimento regionalista-identitario del nizzese. Il presidente di questo movimento di estrema destra, Philippe Vardon, insieme ad altri tre militanti, è stato condannato a quattro mesi di carcere, 30mila euro di multa ed alla privazione dei diritti civili per due anni.


Intervento di Borghezio:
1° parte - dal minuto 05.10

L'Italia:
2° parte - dal minuto 04:35
3° parte - dall'inizio









Mario Borghezio, della Lega Nord, il grande partito populista italiano. Con 3 milioni di elettori, è la terza forza politica nel suo paese.

Borghezio: "
Non ho paura di mettere sulla copertina della nostra rivista la croce celtica, perché sono i simboli della nostra tradizione. Qualcuno dice che sono simboli fascisti, nazisti... me ne frego. E' lo stesso".

Mario Borghezio, ex sotto-segretario alla giustizia e parlamentare europeo, è stato codannato a 400 euro di multa per violenza su un clandestino e a 2 mesi e 20 giorni di prigione per incendio doloso di senza tetto stranieri.

Nell'Europa dell'estrema destra, Borghezio è un modello. Lui e il suo partito incarnano la prova che il neo-fascismo può ritrovare un ruolo nel vecchio continente. Sui 21 ministri dell'attuale governo Berlusconi, 4 sono della Lega Nord, il partito del signor Borghezio.

Borghezio: "
Bisogna liberare il nostro fascino, bisogna ritrovare l'impegno e la forza e l'entusiasmo di vincere le battaglie. Si inizia dal piccolo e si arriva lì dove dobbiamo arrivare, perché non siamo servi, siamo padroni, siamo padroni a casa nostra, è la nostra lotta, è il nostro dovere, padroni a casa nostra! Libertà! Nizza ribelle, ribellati!"

Dopo aver scaldato la sala, Borghezio va a dispensare i suoi consigli ai militanti. In genere, nessun giornalista dovrebbe sentire quello si diranno, ma ecco che la nostra videocamera gira.

Borghezio: "
Bisogna entrare nelle amministrazioni e nei paesini. Bisogna insistere molto sul lato regionalista del vostro movimento".

Militante nizzardo: "
Fingersi regionalisti è più facile per gli italiani che per noi".

Borghezio: "
Sì, ma è un buon modo di non essere immediatamente classificati come fascisti nostalgici, ma come un nuovo movimento regionale, cattolico, eccetera... Ma sotto sotto siamo sempre gli stessi".

Penetrate ovunque possiate e mentite per far dimenticare che siete fascisti. La videocamera è scoperta, non ne sapremo di più.

Leggi anche:
* Roberto Jonghi Lavarini, fascista orgoglioso, aderisce al Pdl: Fini non ha niente da dire?
* Nazirock di Claudio Lazzaro
* Nazismi gay?

8 commenti:

  1. Segnalo che AntiComunitarista aveva già segnalato ieri il passaggio con Borghezio. E ne approfitto per ringraziare chi ci legge per le informazioni che ci passa, chiedendo di segnalarci anche eventuali fonti intermedie, se no si rischia che qualcuno si senta "scippato" del suo lavoro.

    RispondiElimina
  2. Il video l'ho segnalato io. E volevo segnalare il video e non il suo riassunto di Daniele Sensi! Segnalo la fonte intermedia se questa contiene qualcosa di nuovo, ma Daniele Sensi fa solo un riassunto. Tu invece pubblichi tutta inchiesta e fai la traduzione di tutto Borghezio: dovrebbe essere lui a segnalare te!
    Se un amico mi dice che ha visto un servizio al tg su un film e poi io vedo il film, nella recensione devo dire com'è il film o che un mio amico ha visto un servizio al tg su quel film?
    Dio, le reginette dei blog che pensano che se segnalano per primi una notizia quella notizia, prodotta da altri!!!, diventa loro proprietà!!!!!

    RispondiElimina
  3. @ Lucia:
    Su, niente polemiche inutili!
    E' sempre carino indicare le fonti, se le si usa. AntiComunitarista ha pensato che questo post fosse basato sul suo e non direttamente sui video (segnalati senza indicazioni circa il suo post). Tutto qui.

    RispondiElimina
  4. Non so perchè ma è come se lo avessi sempre saputo..

    RispondiElimina
  5. @ duhangst:
    Già. E' però un bello schiaffo per chi voleva far finta di non sapere...

    RispondiElimina
  6. Ciao Noir Pink...
    stavolta sei andato sul tosto,eh....
    poco ci fa....
    che dirti...
    La dittatura è una cosa orribile,sia di destra che di sinistra e tutt'e due,fascismo e comunismo,sono comunque dittature...
    l'unica cosa per cui vale la pena imnpegnarsi è la democrazia...
    anche se ci è stato ampiamente dimostrato che per quanto demicratico si è o si finge di essere quando si arriva all'apice si è comunque portati a pensare ai propri affari...
    Caro Noir Pink credo tu abbia toccato uno dei pochi aspetti della vita di cui non amo dialogare,forse perchè mi piacerebbe fare come lo struzzo e tirare la testa sotto la sabbia per non veder...
    forse perchè comunque ognuno di noi è responsabile nel suo piccolo di questo stato di cose...

    RispondiElimina
  7. La lega Nord non è per niente fascista. Un movimento federalista o autonomista è contro i nazionalismi. Lostato italiano invece lo è perchè non permette l'autodeterminazione dei popoli e propaganda l'identità dell'antica roma, che sappiamo essere stata una dittatura imperialista.

    RispondiElimina

Il grande colibrì