Femminismo, autocoscienza e letteratura - L'antica arte del cunnilingus (2° parte)

Dove eravamo rimasti...
* Introduzione
* 1° parte - Geografia femminile

2° parte - Femminismo, autocoscienza del corpo e di genere e letteratura

Come ogni arte, anche il cunnilingus ha una tradizione che affonda le proprie radici nell’antichità. In più, come qualsiasi altra cosa, il suo valore resta intrecciato con quello del linguaggio. Infatti, fu proprio il movimento femminista a svelare il rapporto patriarcale che si nasconde dietro il significato di certe parole, il cui uso rende manifesti certe modalità di pensiero o schemi mentali.

Ad esempio, si può prendere come riferimento il cinese cantonese. A livello ufficiale, i termini che descrivono i genitali sono yum per il genere femminile e yaung per quello maschile. Le parole si combinano poi con altre a formare specifici organi, ad esempio yum-to (vagina), yum-ti (clitoride), yeung-kui (pene) e così via. L’origine di tale forma linguistica deriva da antiche tradizioni religiose, cioè il noto yin e yang.

Tuttavia, queste parole vengono utilizzate solo nella terminologia medica. In questo modo, l’antico valore metafisico dedicato al sesso si è trasformato in un approccio più inquadrato. Di conseguenza, le persone snobbano queste parole, preferendo al loro posto termini come ha tai (la parte bassa), xi chu (la parte nascosta), shun shun (labbra labbra), e così via. Un linguaggio più pudico per riferirsi ai genitali femminili, diventando lo specchio di una società prettamente maschilista come è quella cinese di oggi.

Di sicuro diversa rispetto all’epoca dell’unica Imperatrice di Cina, Wu Hou della dinastia Tang che ha regnato durante il VII secolo, la quale aveva decretato come legge l’obbligo per i funzionari statali e per i visitatori stranieri di praticarle il cunnilingus in pubblico durante cerimonie ufficiali. In quel periodo, per l’Asia il sesso orale era qualcosa di sacro, tanto che ci si riferiva a tale pratica come “bere alla fontana di giada”, poiché si pensava che assaggiare i liquidi femminili potesse dare l’immortalità.

Tuttavia, la Cina non è l’unico paese che, nella sua storia, ha celebrato il sesso orale femminile. Ad esempio, in India nei templi Indù di Rajani e Konarak del XIII secolo sono dipinte scene di sesso con donne nell’intento di farsi leccare sia da uomini che da altre donne.

Al contrario, in Europa il sesso orale era considerato qualcosa di sporco, da evitare. Nell’antica Roma fare cunnilingus veniva interpretato come atto di sottomissione, perciò deplorevole. Una forma di servaggio verso il genere femminile. Per queste ragioni, anche grazie alle dottrine maschiliste della religione cattolica, si ebbe un’ondata di rigetto verso tutte le forme sessuali non direttamente collegabili con la procreazione.

Affinchè ci possa essere una rivalutazione del cunnilingus occorre aspettare l’ondata del femminismo. Punto di partenza fu proprio il linguaggio. Partendo dalla necessità di scoprire il pensiero patriarcale nascosto dietro le parole, occorre stabilire una nuova forma di pensiero, basata sulla decostruzione totale del linguaggio classico per arrivare ad una maggiore autocoscienza del corpo e delle rappresentazioni politiche nelle differenze di genere. Per il pensiero femminista questo può avvenire solo attraverso una ricostruzione dialogica basata sulla falsificazione del linguaggio canonico, arrivato a demolire l’autenticità del corpo e delle relazioni attraverso forme medicalizzate e maschiliste.

Certamente, il femminismo ha poi contribuito anche ad altro, come all’esplosione della letteratura erotica femminile, sia lesbica che etero. Monique Wittig, Dominique Aury, Yana Cerna, Anais Nin e altre: chi più aderente a posizioni estremiste del femminismo chi meno, ognuna di queste autrici ha dato in questo senso un punto di vista diverso rispetto alla centralità del corpo femminile nel rapporto del mondo e degli stereotipi di genere.

Se però questo rapporto è in evoluzione non spetta a noi dirlo: in fin dei conti arrivano sempre le tue cose...

Milesmood

Leggi anche:
* Vagina e pene si fan belli?
* Il decantar del piacer e passioni vaginali

1 commento:


  1. Do you want a longer and thicker penis without expensive surgery, extenders or suction devices that just don't work?

    Introducing the Penis Enlargement Bible, a 94 page downloadable e-book that has an exclusive two step system that can growth your penis by between 2 and 4 inches within 89 days using safe natural methods.

    ===> Get BIGGER and LONGER Without Surgery <=====

    The methods and techniques in the PE Bible are exclusive to this unique program. The two step system involves low cost off the shelf natural supplements and a specially designed exercise program. Many users experience gains of almost an inch within just a few weeks of starting this unique program!

    Imagine having 2-4 inches of extra length and girth added onto your penis size, this Penis Enlargement Bible makes it possible. Over 5000 copies of this product have already been sold, and unlike most products on the market there is real video proof from actual users that show REAL results. You can see the video here: ===> Forget Surgery, Pills And Extenders <=====

    Forget about surgery, pills and weights, they DONT work! This DOES work, but you need to follow the methods contained in the guide.

    But don't take my word for it, click here to see actual video proof and testimonials from REAL users:

    ===> DON'T Do This To Make It Bigger <=====


    RispondiElimina

Il grande colibrì