"Io, gay nazista, vi racconto il mio pensiero" - Nazismi gay? (4° parte)

Eravamo rimasti che...

NoirPink – Modello PANDEMONIUM riconosce nel nazismo una delle forme più terribili di espressione dell’essere umano in tutta la storia. Anzi, forse è stata la forma più terribile.

Nonostante il suo carico di odio e di morte, o forse proprio a causa di esso, il nazismo esercita su alcune persone una fascinazione erotica molto forte: nelle scorse puntate della nostra inchiesta abbiamo ricordato il successo avuto in decenni passati del genere porno-nazista eterosessuale e abbiamo conosciuto i feticismi omosessuali del nazismo.

Ma abbiamo scoperto che un numero alquanto limitato di gay e lesbiche si definiscono nazisti o comunque aderiscono a gruppi o organizzazioni che al nazismo (magari nei fatti, ma non nelle parole ufficiali) si richiamano. Abbiamo esplorato alcune liste di discussione, nelle quali però il pensiero di queste persone emerge molto a fatica.

Oggi, allora, vi proponiamo una lunga ed articolata intervista a un nazista gay.

Cliccami...
Premessa
Capitolo 1 - Nazi è sexy?
Capitolo 2 - Alla ricerca della degradazione totale
Capitolo 3 - Quattro gatti, mille dubbi


Capitolo 4 – "Io, gay nazista, vi racconto il mio pensiero"

P. è un gay ultra-quarantenne dell'Illinois (Usa). Lavora in un locale gay leather. Ci ha concesso questa intervista.


Politicamente, come si definirebbe?
Io mi considero un libertario-nazionalista.

Però ho trovato il suo contatto su un sito di gay nazisti...
Negli Usa le mie idee non sono molto popolari e la parola nazismo è una parolaccia. Lo stato di Israele si è assicurato l'alleanza con i nostri leader e ha fatto di tutto per danneggiare la definizione di nazismo. Infatti gli ebrei controllano le banche, i media e le grandi aziende e si impegnano affinché tutti credano che loro siano le vittime.

Al di là del sentimento comune, quindi, come si definirebbe?
Dal punto di vista strettamente politico, credo che le definizioni di fascista e di nazista si adattino a me. Ma senza implicazioni religiose.

Lei è gay o bisessuale?
Preferisco di gran lunga gli uomini. E prediligo il ruolo dominante, anche se, in pochissimi casi, sono stato sottomesso a uomini che consideravo superiori a me. Comunque credo che potrei anche divertirmi con una donna...

E come concilia la sua omosessualità con le sue idee vicine al nazismo?
Le due cose non sono in contrasto. Si dice che il partito nazista fosse contro i gay perché non contribuivano alla continuità della razza ariana, ma in realtà puoi contribuire servendo la comunità in altri modi e quello è il tuo valore. Per questo vorrei separare la dimensione politica del nazismo da quella religiosa, perché qui negli Usa la maggior parte dei gruppi nazisti hanno ideali cristiani e non posso accedervi. Comunque, sarei disposto ad accettare tutto pur di vivere in uno stato nazionalista e fascista.

Il nazismo, però, ha ucciso migliaia di omosessuali...
Questo lo raccontano gli storici. E non sempre gli storici sono accurati.

Secondo Lei, quindi, l'Omocausto, come l'Olocausto o il Porajmos, sarebbero invenzioni?
Credo che quello che si pensa sul nazismo e sull'Olocausto sia un prodotto dello stato di Israele. Ma durante la seconda Guerra mondiale il sionismo prima finanziò con le sue banche il nazismo, poi spinse gli Usa a fare la guerra contro il nazismo. Gli ebrei controllavano entrambi i fronti, volevano solo poter interpretare ancora una volta il ruolo delle vittime, per ottenere il controllo e distruggere l'integrità degli ideali fascisti.

Quindi i milioni di morti ebrei sarebbero un'invenzione?
Chi può sapere quanti siano morti. Comunque, per me non è una cosa importante. So solo che l'Olocausto è stato voluto dagli ebrei.

Negli Stati Uniti, ci sono molti gay fascisti?
No, i gay negli Usa hanno tutti posizioni liberali o comuniste, anche se non useranno mai questa parola che qui ha una connotazione negativa. Siamo in pochi ad avere idee fasciste e nazionaliste e non abbiamo visibilità.

Nel suo luogo di lavoro sono a conoscenza della sua ideologia politica?
No, come dicevo i gay odiano il fascismo, soprattutto per la credenza storica che i nazisti avrebbero ucciso gli omosessuali.

Come giudica dunque gli altri gay?
Sono pedine per la costruzione della società comunista globale. Il governo ha ottenuto il loro appoggio su questo dandogli in cambio alcune cose, come il diritto a sposarsi.

E come giudica i gay effeminati?
C'è posto anche per loro, ma non accanto a me. Non capisco perché vogliano tradire la propria virilità. Si pensa che i gay debbano comportarsi come donne, ma non è così.

Prima ha affermato di avere assunto il ruolo passivo di fronte a uomini di cui riconosceva la superiorità. Il passivo è quindi inferiore all'attivo? E può, quindi, un gay passivo essere nazista?
All'interno della propria razza il passivo è inferiore. È l'ordine naturale e gerarchico delle cose. Ognuno ha un ruolo, determinato dalla propria forza, di cui dovrebbe andare fiero. Ad esempio, il sottomesso ariano dovrebbe servire un uomo ariano più forte e farsi proteggere da lui. Comunque il sottomesso ariano rimane superiore, biologicamente e spiritualmente, a negri, giudeacci e altre razze inferiori.

Alcuni "ariani" passivi amano fare sesso con neri attivi: che collocazione assumono in questa gerarchia?
Non si dovrebbe mai permettere una cosa del genere perché gli ariani sono superiori ai negri e agli ebrei. Ogni uomo è dotato della capacità di uccidere chi cerca di sovvertire le cose. Ogni ariano che rinneghi la superiorità della propria razza dovrebbe morire.

Accetta la definizione di razzista?
Assolutamente sì! La maggior parte dei negri è priva d'intelligenza. Insomma, senza dubbio sono inferiori. Meglio non averci a che fare.

Eppure il prossimo presidente degli Stati Uniti potrebbe essere Obama...
Nel caso diventasse presidente, cambierebbe ben poco. Tutti i candidati alla presidenza devono allearsi con l'Aipac (Comitato di Affari Pubblici Americano-Israeliano, ndr): democratici o repubblicani che siano, sono solo facce diverse della stessa medaglia. Ma probabilmente chi manipola Obama troverà qualche idiota per assassinarlo.

Accetta anche la definizione di sessista?
No, perché non credo che le donne siano totalmente inferiori agli uomini: c'è una parità umana naturale. Le donne hanno un compito fondamentale: allevare i bambini. Per questo la donna è, allo stesso tempo, pari e sottomessa all'uomo, che è fisicamente più forte.

E dei musulmani cosa pensa?
Sono gli ebrei ad avere il controllo, non i musulmani, che sono usati dagli ebrei per interpretare il ruolo dei demoni. Ma i musulmani nei posti di potere sono così pochi che non possono controllare niente.

Parliamo di sesso. Le piace il sadomaso?
Lo preferisco al sesso "regolare": è un modo per fortificare lo spirito. Mi piace usare bacchette e fruste, controllare il respiro del sottomesso, insegnargli l'obbedienza. E la tortura psicologica, ad esempio con l'abuso verbale ripetuto: convincere nel profondo il sottomesso che non mi merita, che è una schifezza in confronto a me.

A quanto sembra il pissing e la coprofilia sono molto diffuse tra i nazi-gay. Piacciono anche a lei?
Le mie feci le userei solo per degradare le razze inferiori. L'urina è una cosa diversa, non fa schifo e non ha batteri come le feci. In fondo è acqua di rifiuto, ma pulita.

Usa simboli nazisti mentre fa sesso?
Mi è capitato di farlo. E la svastica, la runa delle SS e le uniformi naziste mi hanno dato un senso incredibile di dominazione sessuale. Ma sarebbe stupido usare quei simboli solo per piacere sessuale, se non rappresentassero i miei ideali.

Qual'è la sua religione?
Odio cristianesimo, ebraismo e islamismo, sono satanista. Credo che per Jehovah gli essere umani siano dei burattini: ci ha imposto delle regole che, per essere rispettate, ci costringono ad andare contro la nostra stessa natura. Lucifero si è ribellato a questa ingiustizia e ha creato un regno dove seguire la propria spiritualità umana naturale.
Appartiene ad un gruppo, ad una chiesa? Fate sacrifici di animali o riti sessuali?
Sì, ma siamo pochi e ci ritroviamo in piccoli gruppi. I sacrifici non sono necessari. Neppure il sesso lo è, ma, essendo una funzione naturale, è permesso. E comunque nei rituali di gruppo si produce un'energia tanto seducente da invogliarci spontaneamente al sesso.

Ci sono molti gay tra i satanisti?
No. E la maggior parte dei gay satanisti sono satanisti "modernisti", per i quali Satana non sarebbe nulla di più che il proprio "lato oscuro". Questi gay usano Satana come un feticcio sessuale. Ancora meno soni i gay satanisti e fascisti, eppure credo che il satanismo sia perfetto per un nazista: entrambi desiderano il ritorno a un ordine naturale più a misura d'uomo. E poi se il cristianesimo insegna l'uguaglianza di tutte le persone, come puoi essere al tempo stesso cristiano e fascista?

Little Prince(ss)


Leggi anche:
Dizionario del sadomaso e del feticismo

26 commenti:

  1. quando si dice avere le idee chiare.

    RispondiElimina
  2. Devo dire che questo ragazzo ha le idee molto chiare. Trovo il suo modo di esprimersi molto diretto e conciso. Sono d'accordo su certe idee veicolate, ma sulla questione EBREA, resto un pò perplessa. Millioni di persone sono morte, millioni di ebrei, innocenti e buttati nei campi di sterminio. Sotratti dalla libertà, con un numero per essere riconosciuti. Vittime? Credo che sia una parola un pò azzardata, perche communque sia erono esseri umani. Sulla questione degli ommosessuali, non dimentichiamo che portavo una stella di colore Fuchia.quindi c'érono, e erano sterminati anche loro. Sulla facenda dei "negri e arabi" sono assolutamente d'accordo. Quella gente dovrebbe starsene al suo paese, poiche non hanno niente a che vedere con noi Bianchi.Vengono, rubano, uccidono, stuprano. Sono alibita. E poi se vogliamo vedere un pò, n'é arrivano per millioni in Italia al'anno.
    va beh, lo so che il mio discorso può essere contestato, pero sono una persona che esprime le proprie idee. E communque siamo in una democrazia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. va a farti un trapianto di cervello!!

      Elimina
  3. Sì, siamo in una democrazia dove anche l ignoranza che genera classi e gerarchie e non accetta la diversità come una ricchezza è libera di esprimersi, purchè non commetta alcuna violenza fisica....Purtroppo non si può fare nulla contro la violenza psicologica, ma loro stessi ne sono "vittime e carnefici", perchè l odio è una schiavitù psicologica di cui molti ne sono vittime

    RispondiElimina
  4. "Il bello della democrazia è proprio questo: tutti possono parlare, ma non occorre ascoltare". Enzo Biagi

    RispondiElimina
  5. Notevole questa serie di post.

    Grazie, Dacia Valent

    RispondiElimina
  6. X ANONIMO:
    Parli di inferiorità dei "negri".
    Consiglio: Prima di farlo impara a ascrivere perchè sei un ignorante :D.
    Ciao Ciao

    RispondiElimina
  7. Oddio ne conosco di gente ignorante e stupida , ma come a questo cè solo da vergognarsi .

    RispondiElimina
  8. ci credo che il mondo fa schifo se ci sono persone che la pensano in questo modo.

    RispondiElimina
  9. Personalmente penso che il razzismo, il sessismo e l'omofobia escano tutti dallo stesso vaso di Pandora... leggi l'intervista e dici "questo è bruciato" poi leggi il primo post anonimo e ti accorgi che di gente senza speranza ce n'è in giro parecchia... triste, triste, triste...

    RispondiElimina
  10. l'ignoranza è madre di ogni intolleranza...aborro a l'idea che nel ventunesimo secolo ci siano ancora persone che possano affermare superiorità di razze e incitare a l'odio raziale...l'unica cosa in cui concordo è il deprezzamento delle vrie relgioni sopra indicate...sono una fervente della fisica quantistica e per assurdo la fisica de quanti ha alcne analogie con il satanismo light...per chi ne volesse sapere di più consiglio la visione del film documentario the cecret...

    RispondiElimina
  11. a mio parere si può dire tutto e il contrario di tutto, per carità, la democrazia.. ma un pò più di sana ricerca e cultura forse non guasterebbero, almeno per motivare le proprie posizioni dato che, si sa, socialmente sta nella minoranza l'obbligo esplicito o implicito, cosciente o no di dare spiegazioni. Questo signore maturo per età, pare presentare una psicosi non ancora certificata: il piano personale e il vissuto sono a mio parere sempre da rispettare, il piano di realtà (della realtà degli "altri", di tutti gli alcuni "altri" migliardi di persone passate e presenti sulla Terra), il piano di realtà, dico, è profondamente alterato. Quanto a satana..il grande trasgressore.. interessante identificarsi con il trasgressore per eccellenza e inneggiare all' ordine nazista, alla gerarchia, alla devozione per le ferree linee razziste, sperare nell' assoluto delle regole. A questo o gli ci è mancato un padre con le palle al posto giusto e col quale identificarsi, o c'era e ingombrava troppo, magari educava con la cinghia. Tutto li.

    RispondiElimina
  12. quante storie ci inventiamo a questo mondo per non riconoscere quello che di più semplice esiste come realtà concreta: razze o non razze siamo tutti vittime in questo grande lagher che è il mondo. Si nasce, si vive, si gode (chi più chi meno), ci si affanna tanto (chi più chi meno), si MUORE!!! è l'ultima esperienza che facciamo da vivi, perchè non si muore da morti: una volta fatto tutti puzziamo, ma proprio tutti. E' una livella? Siamo tutti condannati a morte: ebrei, negri, gialli, dorati, bianchi e verdognoli, con le nostre religioni e le nostre politiche, con le nostre meraviglie e i nostri mostri interiori; quante storie per dire una sola parola: terrore! Terrore di perdere il controllo, di dover pure prima o poi lasciarsi andare alla morte dovuta e per terrore, da secoli, l'uomo controlla l'uomo e per un pò si illude, quando controlla fa bene. Poi stop, prima o poi stop. Fa cose belle e stop . Fa disastri immensi e stop. Dov'è tutta la l'onnipotenza che si attribuisce al nazismo? Nella memoria stanca di qualche superstite, nei manuali di storia e nella confusione di chi parla per darsi ragione a ogni costo senza esserci stato. Penso che si possa essere gay amando se stessi e accettandosi per quello che si è. Quest'uomo disprezza purtroppo se stesso IN MODO EVIDENTE, INFATTI SEMPRE, IL DISPREZZO CHE SI MANIFESTA VERSO GLI ALTRI, CHIUNQUE ESSI SIANO, E'L'OMBRA SOLO PALLIDA DEL DISPREZZO CHE SI PROVA PER SE STESSI.
    Prendi in mano il tuo cuore, uomo, lascia perdere i partiti e satana e le tue masturbazioni mentali, rilassati e vogliti un pò più di bene!

    RispondiElimina
  13. Questo tizio è solo un complessato di merda. Ricordatevi che il capo delle SA (se sapete cosa sono) Ernst Rohm è stato ucciso perchè omosessuale. La gente che ha un pensiero, se lo ricuce addosso secondo cosa gli sta bene, va estirpata dal mondo.

    RispondiElimina
  14. questo ha problemi seri... non per il fatto che sia gay ma per il fatto che essendolo si riconosce negli ideali del nazismo quando questi ideali sono totalmente contro i gay, dal mio punto di vista su questa intervista si è arrampicato sugli specchi....

    RispondiElimina
  15. Il libro di storia ringrazia per le innumerevoli coltellate subite nel corso di questa intervista.
    Discorsi sulla razza, ma si è informato questo qua sugli studi scientifici che dimostrano che non esiste la razza, ma al massimo etnie?
    A mio parere no.
    La donna è inferiore, deve allevare i bambini?
    Quindi lui ritiene che la donna debba solo sfornare i bambini, ma se fossero tutti gay come lui; chi minchia li sforna i bambini? Lo spirito santo?

    Preferisco rimanere una pedina del comunismo, (o come minchia l'ha chiamato), che un lurido sessista, razzista, nazista e incoerente come lui.

    RispondiElimina
  16. Oggi è universalmente accettata la monogenesi dell'uomo, e viene respinto ogni tentativo di determinare fattori in grado di evidenziare differenze di capacità mentali tra i diversi gruppi. Il concetto di razza è stato sostituito con quello, meno imbarazzante, di "tipo umano", almeno dalla maggior parte degli studiosi di scienze sociali. In antropologia non viene accettato più il termine razza, inteso nella sua accezione classificatoria, perché si considera l'uomo, qualsiasi uomo di qualsiasi cultura, come appartenente alla specie Homo sapiens anatomicamente moderno, che ha avuto origine in un continente (l'Africa) circa 200.000 mila anni fa, colonizzando e diversificandosi, a seconda dell'ambiente e del contesto, in tutto il globo. Le differenze somatiche riscontrabili (colore della pelle, forma degli occhi, della bocca, statura ecc. ecc.) devono essere intese esclusivamente come rientranti all'interno di una variabilità esistente in ogni specie. La razza umana è una ed una sola, ed ogni tentativo di classificare gerarchicamente i vari gruppi umani deve essere considerato come un'ideologia etnocentrica da respingere con fermezza. Ogni individuo è figlio di una certa cultura, e una cultura è un qualcosa che si acquisisce, non è fissata per sempre nel nostro codice genetico. I molti casi di acculturazione dovrebbero, da soli, dimostrare come non esistano corrispondenze tra le varie forme del cranio e le facoltà mentali. Credo sia normale che se portassimo un membro di un gruppo facente parte di una tribù stanziata in una foresta tropicale, e lo facessimo interagire con la nostra cultura, per la quale non può essere preparato, ci sembrerebbe irrimediabilmente stupido ed inetto. Proviamo, però, a fare l'esperimento inverso, portando un qualsiasi europeo all'interno di un ambiente sconosciuto e di una cultura diversa. Per complicare il tutto, facciamo in modo che costui sia un personaggio considerato particolarmente dotato all'interno del proprio contesto; il risultato sarebbe ugualmente catastrofico, perché il nostro europeo si dimostrerebbe talmente sciocco ed inadatto a compiere qualsiasi operazione, che verrebbe, probabilmente, schernito a causa delle sue notevoli "mancanze".

    RispondiElimina
  17. questo sta fuori come un balcone! è pieno di contraddizioni!

    RispondiElimina
  18. ma magari lo ammazzano sto pazzo pervertito e figlio di puttana

    RispondiElimina
  19. non se consigliargli un soggiorno all'interno di una clinica psichiatrica o di un forno crematorio attivo

    RispondiElimina
  20. - Alcuni "ariani" passivi amano fare sesso con neri attivi: che collocazione assumono in questa gerarchia?
    Non si dovrebbe mai permettere una cosa del genere perché gli ariani sono superiori ai negri e agli ebrei. Ogni uomo è dotato della capacità di uccidere chi cerca di sovvertire le cose. Ogni ariano che rinneghi la superiorità della propria razza dovrebbe morire. -

    secondo me questa parte dell'intervista te la sei inventata tu di sana pianta, sei una manipolatrice.

    RispondiElimina
  21. ma andate a cacare voi, il razzismo, le razze, i negri, i bianchi nord sud...mi applico a leggere st'anfiteatro di stronzate è perché sono così imbecilli e stupidi che mi diverte vedere fino a che punto una persona ci crede per davvero!! pare un dialogo tratto da un episodio di South Park hahaha

    Jordan

    RispondiElimina
  22. p.s.: ma che ci discutete a fa co sta gente.. non gli farete mai cambia idea, so troppo stupidi, cioè proprio il cervello non c'arriva..capi?

    jordan

    RispondiElimina
  23. Ha le idee molto chiare e sceglie deliberatamente il male... magari i nazisti fossero tutti così!! Sarebbe molto più facile contenerli.

    RispondiElimina
  24. quest'intervista mi ha eccitato da morire. Io adoro fare sesso vestito da militare, ma la mia fantasia più profonda è essere scopato da un negro attivo mentre sono vestito da ufficiale ss...

    RispondiElimina

Il grande colibrì