La Lega Nord non mangia i bambini, li uccide e basta (e infierisce pure sui loro cadaveri)

"Proprio perché la storia friulana è sempre stata aperta all’ospitalità"... una bambina musulmana non può essere seppellita nel cimitero di Paderno, frazione di Udine, dice Loris Michelini, PdL, al Giornale del Friuli. E, parlando con il Gazzettino, aggiunge, riferendosi alla sepoltura della bimba: "Mi sconvolge questo modo di iniziare un'epoca all'insegna dell'integrazione". Lo ricordavamo ieri, il senso delle parole sembra davvero scomparso, insieme al senso della pietà, dell'umanità, tutto svenduto per una manciata di voti.

A Udine, amministrazione di centro-sinistra, la giunta comunale ha concesso la possibilità alle persone di religione islamica di essere seppellite in fosse orientate verso la Mecca. Fosse scavate in un senso invece che nell'altro, è questo l'affronto che indigna le destre, che metterebbe a repentaglio la convivenza civile. La Lega si straccia le vesti, il PdL pure (con l'eccezione ponziopilatesca dei finiani che si astengono), il parroco accompagna la messa razzista (e scrive contro i musulmani sul Giornale).

"Che classe politica squallida", vien subito da dire. Per aggiungere il mantra di questi ultimi giorni, mesi, anni: "Comunque, chi vota Lega è meglio dei dirigenti del partito!". Altre parole senza senso, di fronte alle 1700 firme raccolte in pochissimo tempo contro il cadavere di una bambina, di fronte alle fiaccolate a cui chi vota Lega è accorso entusiasta.

E allora diciamocelo chiaramente, ripetiamolo ancora: la Lega e i suoi alleati stanno portando avanti una politica genocida, che porta alla morte (simbolica e sociale, ma anche fisica) di migliaia di persone, spedite nei lager libici o nei deserti africani, sfruttate e affamate nei cantieri italiani, recluse e pestate nei lager italiani, ammazzate di botte nei raid anti-immigrati o bruciate vive nei falò anti-rom. Ora si accaniscono persino sui cadaveri. Tutto questo si chiama omicidio, strage, crimine contro l'umanità.

E ogni croce messa sui simboli della Lega e dei suoi alleati sulle schede elettorali è la firma sotto un mandato alla mattanza.

Little Prince(ss)

Leggi anche:
* Nella compravendita del senso delle parole nulla è ovvio: firma l'appello di Emergency!
* Le rivolte di via Padova: quando la complessità dell'immigrazione è trasformata in problema
* "Borghezio e la Lega Nord modello per i fascisti di tutta Europa": una video-inchiesta francese

6 commenti:

  1. Non so dove arriveremo di questo passo, non è con l'intolleranza che si risolvono certe cose..

    RispondiElimina
  2. Sembra che Primo Levi e con lui gli orrori recenti siano stati del tutto cancellati dalla memoria di molti.
    "Meditate che questo è stato:
    vi comando queste parole.
    Scolpitele nel vostro cuore
    stando in casa andando per via,
    coricandovi, alzandovi.
    Ripetetele ai vostri figli.
    O vi si sfaccia la casa,
    la malattia vi impedisca,
    i vostri nati torcano il viso da voi.".Cosa c'è da aspettarsi da una generazione che apprende dai padri la disumanità?

    RispondiElimina
  3. Il modello padronale di quelli della lega che considerano la porzione di suolo che occupano come loro proprietà privata, si estende anche dopo la morte. Il dio leghista, non tollera mussulmani nella Padania celeste.

    RispondiElimina
  4. questo orrore mi era sfuggito, ma onestamente è talmente nauseante che ne facevo anche a meno :(

    bravi per la segnalazione. ma mi domando quando potremo smettere di complimentarci per avere mostrato questi orrori che intossicano la nostra società.

    RispondiElimina
  5. ma in che cazzo di paese viviamo?

    RispondiElimina
  6. In Italia morirete affogati nella vostra ignoranza e intolleranza, quando leggo queste notizie sono contento di non avere piu' la cittadinanza Italiana.
    Che vergogna!!
    Mi fa una tristezza leggere queste cose...

    RispondiElimina

Il grande colibrì