Se mi tradisci ti sposo: tra cuckold e bull, come vivere per sempre cornuti e contenti (o no?)

La violence qu'on se fait pour demeurer fidèle
à ce qu'on aime ne vaut guère mieux qu'une infidélité
François de La Rochefoucauld

"La fedeltà è un raro ospite: se ti capita in casa, non lo lasciar più uscire" dice un proverbio italiano. E dice bene: la fedeltà è davvero rara, come ci insegnano gli scandali sempre più frequenti e soprattutto le statistiche. A quanto dicono gli studi più recenti, se metà dei matrimoni naufraga in un divorzio, nell'altra metà la fedeltà non è di casa: meno di un terzo delle persone sposate non ha mai commesso adulterio.

Nonostante tutto, la nostra cultura vede ancora, a torto o a ragione, la fedeltà sessuale come un elemento imprescindibile dell'amore sentimentale. E così i rapporti al di fuori della coppia vengono interpretati come un sintomo di mancanza di amore o per lo meno come la dimostrazione che qualcosa non funziona: l'adulterio, così, rientra culturalmente e simbolicamente nell'ambito del patologico, mentre i dati delle ricerche statistiche lo dipingono come un fenomeno decisamente fisiologico.

Nel campo minato dell'infedeltà, nel bianco e nero del contrasto tra realtà e idealità, si muovono con furtività e determinazione quelle coppie in cui il marito asseconda ben volentieri e anzi stimola i tradimenti della moglie per la soddisfazione sessuale di entrambi i coniugi. Visto che oggi tutte le fantasie devono avere un nome - preferibilmente in inglese per dare un'apparenza più in e, verrebbe quasi da dire, più professionale - questa pratica viene chiamata cuckolding, che nella lingua di Shakespeare significa semplicemente "fare le corna".

Anche i protagonisti di questa pratica prendono tutti nomi inglesi: il marito è chiamato cuckold, "cornuto", la moglie diventa hot wife, mentre "l'altro" viene identificato con il termine bull, "toro", animale totemico della virilità. E, come vedremo meglio, la virilità è la vera protagonista, umiliata e esaltata, di questa pratica molto particolare.

Spesso nelle coppie che praticano il cuckolding il marito si sente poco virile, a causa delle dimensioni ridotte del pene, di problemi di impotenza o di eiaculazione precoce o per mille altre ragioni. Per questo, il marito cerca un altro uomo che identifica come molto virile per permettere alla moglie di vivere una sessualità pienamente soddisfacente o per poter vivere egli stesso una sessualità piena attraverso il bull, che diventa una sorta di avatar, di personaggio in cui identificarsi.

E' ad esempio il caso di Franco, trentenne napoletano, che racconta: "Ogni tanto mia moglie fa sesso con altri davanti a me. Io sono impotente e un po' cerco di masturbarmi. Mi eccita guardarli e magari dico al bull come scoparla, ora da dietro, ora da davanti, ora dico a lei di succhiarlo, eccetera…".

Il marito osserva la moglie e gode della virilità esaltata del bull e della propria virilità umiliata. Per questo non si tratta mai di semplici incontri a tre, in cui la moglie, per usare il linguaggio tipico degli annunci erotici, viene messa al centro delle attenzioni. E' il bull a dominare la situazione: egli si impossessa della donna davanti agli occhi impotenti del cuckold, che spesso deve subire non solo questa visione umiliante e degradante, ma anche insulti, ordini infamanti, limitazioni sessuali...

All'umiliazione del marito, la quale mantiene comunque una posizione di centralità, corrisponde spesso e volentieri anche l'umiliazione della moglie, trattata come una prostituta, una donna-oggetto. Ad esempio, Alessandra, hot wife marchigiana di 32 anni, confessa: "Amo essere umiliata dai bull, amo il linguaggio forte, per non parlare di mio marito: più lo trattano male, con parole pesanti, più gli si indurisce. Lo eccitano più i bull che io". Allo stesso modo Martino, bull 38enne di Salerno, spiega: "Mi eccita la reazione della donna che cerca lo sguardo del marito, provando nello stesso momento imbarazzo e godimento".

Come si può già vedere con chiarezza, il cuckolding è una pratica sessuale che si fonda su un immaginario profondamente maschilista, sugli stereotipi di genere più retrogradi: "le donne sono tutte puttane affamate di cazzo" (Alessio, bull romano di 44 anni), colui che ruba la femmina altrui è un vero uomo, il marito che viene cornificato viene degradato a semi-uomo, maschio mancato, essere indegno di possedere il proprio membro virile, e per questo identificato con l'impotenza, l'omosessualità latente, la sottomissione, la mancanza di virilità...

Agli stereotipi sessisti si aggiungono anche quelli razziali: molte coppie cercano soprattutto bull di colore, perché ai neri vengono attribuite due caratteristiche (le maggiori dimensioni del pene e la rozzezza dei modi) che sono essenziali nella definizione stereotipata della virilità. L'immagine del bull nero è costantemente rilanciata dalla pornografia del cuckolding: in questo caso, in un mercato dove dominano i consumatori bianchi, il cornuto vuole prodotti in cui potersi identificare nel cuckold bianco, ma non nel bull e in questo il colore della pelle è un ottimo aiuto. La moglie, invece, è sempre bianca.

"Credo che sia la manifestazione di aggressività maschile più elementare. Non c'è cosa che rende una donna attraente quanto sapere che appartiene a un altro. Vedere una coppia sposata e dire a un tuo amico: 'Ho scopato sua moglie' ti dà una sensazione di potere incomparabile" spiega Sergio e nelle sue parole ben si capisce come tutto ruoti sul costante confronto tra il bull e il cuckold, tra la virilità assoluta del maschio alfa e la virilità vilipesa del cornuto.

Ad esempio Daniele, bull romano di 35 anni, racconta: "Ad alcuni mariti piace stare in disparte a masturbarsi e gustarsi la scena, ad altri piace guardare e essere umiliati, tipo la classica situazione in cui il bull tratta la moglie da troietta personale e il marito come suo schiavetto, da insultare e umiliare con schiaffi e sputi". Stefano, bull 35enne di Ancona, aggiunge: "Alcuni mariti godono nel sentirsi dire quanto sono cornuti, uno godeva tantissimo quando gli facevo il segno delle corna mentre prendevo sua moglie a pecora. A un altro è capitato che gli ho fatto leccare la vagina della moglie dopo che l’avevo scopata".

Spesso l'umiliazione del marito non passa solo attraverso la visione della moglie posseduta da un altro e gli insulti, ma anche attraverso un atto altamente simbolico: il cuckold, dopo che il bull ha trovato la propria soddisfazione, si ciba dello sperma del maschio alfa direttamente dalla vagina o dall'ano della moglie. Ovviamente, tutto ciò presuppone che il rapporto sessuale sia stato compiuto senza l'uso del preservativo, con evidenti rischi per la salute di tutte le persone coinvolte...

Il cibarsi dello sperma del bull è un simbolo potente di riconoscimento della virilità altrui: il cuckold si ciba della maschilità dell'altro non solo con gli occhi e la fantasia, ma anche concretamente, con la bocca, compiendo tra l'altro un atto, l'ingestione dello sperma, associato in genere alla femminilità o all'omosessualità, quindi, dal punto di vista sessista già ricordato, alla mancanza di virilità. "Io non ho mai avuto un contatto vero e proprio con i suoi amanti, ma ho spesso pulito con la lingua il suo corpo dal loro sperma. Non mi interessa se ciò mi rende etero, gay o bisex: mi piace farlo e basta!" racconta Carlo.

A volte il gioco si spinge ancora più in là, con una sorta di "omosessualizzazione" del cuckold per sottolineare ancor di più la sua mancanza di virilità. Anna racconta: "Ho iniziato a chiedere a mio marito di farlo diventare duro al bull prima di guidarlo dentro di me, prima masturbandolo e dopo qualche volta succhiandolo. Mi piace vedere quel grosso palo scomparire nella sua bocca. Poi le cose sono evolute fino al punto che ora mio marito pulisce entrambi dopo che il bull è venuto dentro di me. E se sono stanca, a volte lo fa venire con la bocca".

"L'importante è che la moglie goda e stia bene, ma il gioco si fa ancora più bello quando i mariti provano a fare di tutto" concorda Luca, bull fiorentino di 37 anni, che fa qualche esempio: "Magari il marito mi succhia mentre io bacio lei o mentre la moglie lo insulta". Anche secondo il romano Giancarlo, giovane toro di 28 anni, "la maggior parte dei mariti è disposta a fare sesso orale al bull".

Non solo sesso orale, in alcuni casi, dove ci si dedica a pratiche reputate più estreme e più umilianti. Pierpaolo, marito 42enne di Rovigo, racconta: "Lui ha fatto sesso con mia moglie, poi mi hanno femminilizzato e lei ha usato il vibratore su di me mentre io succhiavo lui". Davide, bull 50enne di Roma, si è spinto ben più in là: "A uno ho fatto bere l’urina dopo averla fatta in una brocca: lei godeva come una matta!". E ancora più in là si spingono le fantasie di Gaspare: "Vorrei incontrare un gruppo di neri che mi inculino davanti a mia moglie, poi mi facciamo pulire la sborra dai loro cazzi con la lingua e poi scopino mia moglie".

Ma se le fantasie possono spingersi dove vogliono, non sempre è bene realizzarle. La storia della donna che a Bussolengo (Verona) picchiava il marito e lo chiudeva in cantina per ricevere i propri numerosi amanti [l'Unità] sembra uscita da un racconto erotico per cuckold, ma nella realtà si è rivelata un'esperienza infernale e nient'affatto eccitante per il povero sposo... E le storie di matrimoni falliti di fronte allo spettro del cuckolding non sono così rare.

Alessandro, ad esempio, ha oggi gravi problemi con la moglie: "L'ho proposto a mia moglie, credevo che accettasse, visto che non avevamo mai avuto problemi nel comunicarci i nostri desideri e bisogni sessuali. Lei però è rimasta sconvolta dal fatto che volevo vederla con altri uomini e che volevo farlo per essere umiliato. Siamo andati in crisi e non so come andrà a finire il nostro matrimonio".

E anche qualora la coppia decida di provare questa nuova esperienza, la gelosia rimane in agguato e può prendere forme difficilmente prevedibili, come nel caso di Luigi, cuckold 33enne: "Si è fatta venire in bocca, credo che abbia ingoiato. Con me non l’ha fatto mai!". L'arrivo di nuovi partner sessuali comporta sempre uno scossone agli equilibri di coppia, a volte salutare, a volte molto meno: "All'inizio andava tutto bene, io facevo sesso davanti a lui e il gioco ci divertiva. Con il tempo, però, l'intimità con mio marito è diventata sempre più difficile e il divorzio è stato inevitabile" si lamenta Liliana.

Il gioco deve avere limiti precisi, tempi da rispettare, regole ben definite, altrimenti rischia di sfuggire di mano a tutti, con risultati potenzialmente disastrosi. Tra le regole fondamentali, l'uso del preservativo: non solo si previene il contagio dalle malattie sessualmente trasmissibili, ma si evitano anche gravidanze poco desiderate (anche tra i cuckold più fanatici e tra le più appassionate hot wife, non tutti se la sentirebbero di crescere un figlio nato da un incontro con l'amante).

E non parliamo neppure di quei rari casi in cui si decide di spingere il gioco dell'umiliazione troppo in là, magari sull'esempio di racconti erotici molto diffusi sul web: trasformare il proprio marito in un essere da maltrattare e schiavizzare 24 ore su 24 e non solo nel tempo limitato dell'incontro erotico è, ovviamente, pura follia!

Pur sottolineando i possibili effetti negativi del cuckolding, non si può negare che in molte coppie questa pratica viene vissuta da anni con piena soddisfazione reciproca. Anche per queste coppie, però, iniziare non è stato troppo facile: in questi casi, comunque, la moglie o il marito sono stati abbastanza abili nel proporre l'idea al partner senza correre troppo, rischiando di spaventare il compagno, e senza essere troppo timidi, con la possibilità di comunicare dubbio e perplessità più che curiosità.

Un approccio usato da non pochi mariti è quello di raccontare alla moglie di averla sognata a letto con altri uomini e che quella visione sia sembrata "stranamente" sexy ed eccitante... Non si tratta ancora di una proposta esplicita, ma è un buon modo per introdurre l'argomento e per dimostrare per lo meno una "non ostilità" all'idea. E poi, se le cose si mettono male e la moglie si dimostra particolarmente restia, si può fare facilmente marcia indietro: non siamo mica responsabili dei nostri sogni, no?

L'importante, in fin dei conti, è riuscire a vivere il cuckolding come un gioco, rispettando le esigenze e i bisogni di tutti e instaurando una comunicazione costante e sincera tra marito e moglie, prima, durante e dopo ogni incontro con altri uomini. Ricordando che comunque, se il cuckolding nella pornografia è spesso codificato in strutture canoniche, ogni coppia è libera di reinterpretarlo a modo suo per costruire il proprio personale equilibrio in cui entrambi i partner possano trovare serenità e soddisfazione sessuale.

Little Prince(ss)

Leggi anche:
* Sesso, amore, natura e cultura: ognuno metta nel proprio minestrone gli ingredienti che vuole!
* Indovina chi viene a letto? Donne e uomini neri nell'immaginario erotico di etero e gay
* La femminilizzazione forzata (sissification): caro marito, da oggi la donna sottomessa la fai tu!

45 commenti:

  1. Gent.mo,
    abbiamo letto l'articolo, ben fatto ma, se ci consente, non contempla una percentuale, tutt'altro che irrisoria, di cuckolds, quelli attivi, coloro che non desidetrano essere umiliati, ma che desiderano condividere la propria donna in un rapporto a tre in cui essi stessi partecipano attivamente al rapporto e che, di conseguenza, non sono né impotenti , né minidotati.
    Dall'esperienza che abbiamo maturato nella gestione ultraquinquennale di LMO, possiamo affermare che costituiscono il 30/35% delle coppie iscritte. In queste coppie il maschilismo che lei cita è decisamente assente, si registra piuttosto una forte componente femminile. E' la Moglie che domina il gioco, sià nei confronti del Bull, che è esclusivo oggetto del desiderio di una sera ma quasi mai l'amico fisso nei giochi; sia del Cuck messo costantemente alla prova dalla Sweet in confronti costanti con i Bull di turno. Spessissimo, fra l'altro, in siffatto tipo di coppie, la Moglie è fortemente gelosa del marito. Desidera tradirlo, ma al contempo non tollera il tradimento di lui. E' una peculiarità questa che distingue decisamente questo genere di coppie dalle coppie scambiste, relegandole a pieno titolo nella sfera del cuckoldismo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono assolutamente d'accordo con voi de LaMoglieOfferta. Va detto che non ho mai eseguito questa pratica, ma il desiderio di vedere mia moglie con un altro uomo è molto forte in me. Ma questo non fa di me un minidotato (direi che siamo sui 17cm) ne un gay, ne un sottomesso. Come infatti fate notare voi, il mio desiderio è quello di "giocare" (perchè solo di un gioco si tratta) in tre, senza sottomissioni, umiliazioni o altre pratiche. Questo per dire che non tutte le "deviazioni" sull'argomento, sono uguali. Certo, vedere mia moglie con un altro uomo mi eccita, ma non starmene in disparte solo a guardare. In questo io non ci vedo nulla del confronto bull/cucklod o sul piacere di sentirsi inferiore. Per me non è così.

      Elimina
  2. @ LaMoglieOfferta:
    Grazie mille per l'osservazione, assolutamente pertinente. Nel post ho raccontato un particolare aspetto di un fenomeno certamente più vasto e dai confini - come quasi sempre accade parlando di pratiche sessuali - piuttosto incerti.
    Dove sta il confine tra cuckolding con marito attivo e ménage a trois? E tra cuckolding e voyeurismo? E le coppie in cui la moglie ha altri partner sessuali e il marito, pur essendo a conoscenza degli incontri sessuali della consorte, non assiste? E i mariti - quanti ce ne sono! - che su Internet offrono immagini o racconti della propria moglie come materiale per la masturbazione di altri uomini sconosciuti?
    Sono tutte situazioni molto interessanti da analizzare, perché raccontano molto della sessualità e quindi dell'essenza dell'essere umano, e sono collegate tra loro in un reticolo in cui stabilire confini tra una cosa e l'altra e poter dire in modo definitivo cosa sia "dentro" e cosa sia "fuori" da una definizione è quasi impossibile...

    RispondiElimina
  3. Tutta colpa del maschilismo??? La moglie gode, il marito lo prende in culo (metaforicamente) e la colpa è di lui e non di lei? Questo è femminismo d'accatto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è quanto di più brutto abbia mai letto e saputo. Peggio di qualsiasi altra perversione. Qui ci sono cose gravi dietro : in primis l'omosessualità repressa! in secondo i papponi che ci guadagnano economicamente ed entrambi diranno che è solo un gioco...

      Elimina
    2. Credo che ognuno nella sua sfera sessuale abbia delle peculiarità che raramente possono essere inquadrate in uno streotipo. Ci si può definire come meglio si crede, cercando di avvicinarsi più possibile alla tipologia che si preferisce rappresentare. Io ad esempio trovo gratificante il ruolo di cuckold o cornuto anche se entrambi i termini non mi rappresentano al cento per cento ma si avvicinano alla mia idea di sessualità di coppia. Poichè gradisco "prestare" la mia lei ad altri maschi perchè la usinoo per il loro piacere (nonchè piacere di lei) e con i quali mi piace interagire in due modi distinti e separati. Il primo in modo bsx passivo se richiesto o voyeur. Il secondo in modo attivo ed etero solo con la lei creando un triangolo in cui lei viene sottomessa ma allo stesso tempo è al centro dell'attenzione di due o più maschi. Chiaramente tutte queste pratiche sono solo di carattere sessuale per puro piacere dei partecipanti, senza mai trvalicare quel sottile equilibrio tra il gioco e la prevaricazione. Nel massimo rispetto di tutti i partecipanti. Ho letto alcune stupidagini tipo omosessualità repressa, non è assolutamente questo il caso. Qui si tratta di massima espressione del piacere sessuale qualunque esso sia dove non c'è niente di represso ma al contrario è tutto espresso liberamente da persone libere da pregiudizi.

      Elimina
  4. che viscidi i cuckold peró buono che ci sono cosí tutti noi ragazzi ne traiamo un vantaggio... buono no?

    RispondiElimina
  5. contenti loro ahahahahahahah

    RispondiElimina
  6. io adoro che il bull, la pulisca del suo sperma usando il perizoma di seta di mia moglie e,mentre ancora lei ansima lui venga da me facendomi succhiare l'indumento sporco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io lo farei diretamente sul pube di mia moglie.

      Elimina
  7. Onestamente vorrei veramente conoscere una coppia cuckold , ho l'imprerssione che non ne esistano in verità .
    Remo

    RispondiElimina
  8. Riprendo quanto detto da La Moglie offerta e dalla conseguente risposta.

    Nella stragrande maggioranza delle coppie cuckold il marito non è né impotente, né minidotato, né incapace di condurre un rapporto sessuale soddisfaciente e neppure è un omosessuale latente. E la moglie di conseguenza non è un'irrefrenabile e disinibita ninfomane assatanata di sesso.

    Il fatto che non si prendano in considerazione queste coppie è perché non si riesce ad accettare il fenomeno. Non si riesce a capire come sia possibile non solo accettare, ma addirittura godere delle corna. Pertanto si pensa sempre che ci siano degli alibi o quando questi vengono meno che ci sia una sorta di depravazione o peggio una patologia comportamentale.

    In realtà noi cuckold siamo semplicemente innamorati delle nostre mogli. Chi ha tradito nella vita, sa quali sono le emozioni e i sentimenti che ci coinvolgono in quegli istanti. A volte anche un semplice bacio o qualche fugace carezza lasciano pensieri tormentosi ed eccitanti nelle nostre menti per giorni. Il brivido e il piacere della trasgressione sconvolgono i nostri sensi. Quando mia moglie conosce un uomo, quando torna a casa dopo un incontro è una dea, è assolutamente magnifica, è l'espressione vivente della gioia. E io non posso fa altro che vivere le stesse emozioni e la stessa felicità.
    Il godimento che lei prova con un altro non sarò mai in grado di offrirglielo, perché non è legato ad alcunché di fisico e materiale, ma è in simbiosi con la prassi del tradimento stesso.

    Poi, certamente, è facile stigmatizzare il fenomeno e pensare che ci sia un motivo più banale a giustificare questi atteggiamenti; però ci vuole coraggio, forza e un grandissimo amore per andare oltre la gelosia e il mero possesso e vivere pienamente questa esperienza.

    Sarebbe bello però ogni tanto leggere qualcuno di questi articoli che si stacca dai luoghi comuni affrontando la questione cuckold come merita di essere affrontata.
    Grazie dell'attenzione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' cornyto a nio giudizio chi subisce i tradimenti della moglie credebdo di aver sposato una donna fedele che mai farebbe sesso con un altro, mentre è amore tra la coppia scegliere insieme l'ltro da inserire nel triangolo.... per fare sesso giocando e godendo dei propri corpi.... mentre con il marito si fa' l'amore che 'è un'altra cosa..... e non è detto che che lui debba essere guardone contemplativo o succube ma parte attiva che concorda con la sua lei quando incontrare il terzo senza esserne sucube o vittima. Noi ci amiamo e quando incontriamo Lui facciamo sesso ma con il rispetto reciproco di tutti e tre....Laura.

      Elimina
    2. secondo me ti identifichi con tua moglie, lei è il tuo avatar !. inoltre dipende anche dalla frequenza di questi incontri, perché noi donne non è che siamo delle assatanate e dobbiamo svuotare i coglioni, molto spesso si finge anche per accontentare il partner ;) figuriamoci fare questo tipo di attività con più uomini alla settimana !. Mi sa che le gioie che ricerca tua moglie e che la rendono "radiosa" sono altre, per caso regali, gioielli, viaggi etc.....che riceve in cambio :)

      Elimina
    3. Ps. e ti pare che un sito che guadagna con queste PERVERSIONI, possa parlare degli alibi che si nascondono dietro, in primis proprio l'omosessualità repressa ? perderebbe clienti e sponsor !

      Elimina
  9. cari amici, è la prima volta che lasciamo un commento su un blog e quindi ci perdonerete imprecisioni e refusi, comunque noi siamo una coppia sposata di 45 anni, senza problemi sessuali e non ci consideriamo particolarmente perversi, non frequentiamo club privè o gruppi di scambisti non cerchiamo bull, quello che ci piace è esibirci davanti a sconosciuti distinti in video chat, soprattutto mia moglie piace spogliarsi e farsi ammirare nuda ed a volte quando troviamo il patner giusto facciamo anche l'amore davanti a lui. perchè lo facciamo? io vi posso dare i nostri punti di vista. mia moglie raggiunti i 45 anni forse ha bisogno di conferme circa la sua femminilità e bellezza ed i complimenti di uno sconosciuto (oltre a quelli di suo marito) le fanno piacere. quando la aiuto a spogliarsi le sussurro parole dolci all'orecchio, le dico "guarda come sei bella, guarda come piaci". naturalmente qualcuno potrebbe dire che ad una moglie dovrebbe bastare il marito ma questi sono punti di vista, non siamo tutti uguali. per quanto riguarda le mie sensazioni vedere lo sguardo di uno sconosciuto sul corpo nudo di mia moglie è inebriante sento un brivido nel vederla appagata e così ... indifesa in quanto nudo e mentre si mostra io continuo ad accarezzarla e a rassicurarla su come è bella e sensuale. siamo cuck? siamo altro? non è molto importante, siamo in sintonia, questo è importante le definizioni le lasciamo alla sociologia di coppia. in fondo anche in una spiaggia nudista ti vedono degli sconosciuti e ti senti libero. ovviamente vi è una grande differenza tra andare in una spiaggia nudista e esibirsi in video chat dove le esibizioni sono un po' più ... hot ma penso che la malizia stà negli occhi di chi guarda e giudica, l'importante è sentirsi bene, non essere forzati a fare ciò che non si vuole, non farlo diventare un obbligo, noi ad esempio lo facciamo ogni tanto, a volte possono passare dei mesi prima che lo facciamo e, dopo averlo fatto, sentire il cuore che batte felice, emozionato perchè se dopo interviene un senso di disgusto vuol dire che abbiamo sbagliato strada e bisogna interrompere subito per evitare conseguenze imponderabili.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sei l'unico che ama davvero sua moglie e la rispetta ! ti faccio i miei complimenti !

      Elimina
  10. Salve,ognuno ha le sue esperienze,mio marito ama vedermi scopare con altri,a volte partecipa altre volte si limita a guardare,ma assoltamente non ha rapporti con i bull,non lecca sprema e non ci facciamo umiliare,in genere sono io a condurre il gioco con l'aiuto di mio marito, il bull è solo il nostro "giocattolo erotico"siamo noi a decidere il tutto,molte volte bull troppo invadenti li ho fatti rivestire e andare via,un ultima cosa mai piu di due volte con lo stesso,altrimente la trasgressione muore.baci Rosamara.
    P.s. usare sempre il profilattico.

    RispondiElimina
  11. beh io sono cuckold aspirante da anni... con la mia ex ci avevo provato, ci ero quasi riuscito, ma non eravamo in sintonia. pero' la cosa era partita e lei l'ha fatto con un altro senza dirmi niente. la cosa ha definitivamente rotto il ns rapporto perché lei non voleva nemmeno rendermi partecipe di cosa aveva fatto.
    ora sn sposato, lei sembra almeno in teoria piu' predisposta alla cosa... ma la paura di perderla mi frena troppo.
    non so che fare, accetto consigli...
    paolotris@libero.it

    RispondiElimina
  12. Io sono cuckold da tantisimi anni. Non partecipo. Mia moglie si è scelta gli amanti (anche se qualcuno gliel'ho portato, a sua insaputa, a portata di mano). Adoro essere il vero cornuto, assente, complice, che la porta da lui o che alla quale lascio libera la casa per favorire i loro incontri. Da cinque anni sono semimpotente e devo dire che con questo mio nuovo stato c'è una componmente cuckold in più. Mia moglie (che mi ama da 30 anni) non mi vede più come partner virile, anche se si lascia baciare e fare affettuosità che ricambia con grande amore, ma questo ha aumnentato di molto la nostra complicità.

    RispondiElimina
  13. A quanto già detto posso solo aggiungere che questo fenomeno, in continua ascesa, è parte integrante della propria sessualità. Io ad esempio ho avuto la mia prima esperienza del genere a 20 anni e non ero nemmeno sposato. Ero in auto con la mia ragazza ed un amico, quando mi è venuto il desiderio di condividerla con lui. Le ho chiesto di togliersi gli slip e di lanciarli nel sedile posteriore, dove era seduto il mio amico; lui con enorme stupore le ha annusate e da li è iniziato un gioco erotico che è terminato con un amplesso in un luogo appartato. E' stata una cosa del tutto estemporanea, per nulla programmata ne pensata. Ora che sono felicemente sposato lo faccio con mia moglie di tanto in tanto con gratificazione di entrambi. Non sono ne bsx, ne impotente, anzi decisamente virile, ne ho alcun problema col mio corpo. Semplicemente mi piace fare sesso così.

    RispondiElimina
  14. Ciao a tutti! Vi scrivo da Palermo e ho 37 anni e la mia attuale ragazza ha 25 anni. Ho sempre avuto questa fantasia e finalmente sto riuscendo a realizzarla.
    Mi sono trovato sempre a disagio con le mie ex, ma da quanto ho conosciuto questa ragazza è più facile parlare di tutto.
    Sono felice di essere cuckold, e non mi sento ne impotente ne bisex..
    Chi scrive ciò che ha scritto più sopra, e cioè viscidi e idioti sono solo persone limitate.
    Io intanto mi diverto e mi godo la vita con una donna stupenda.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bravo e cosi che si ragiona.e una cosa meravigliosa guardare la moglie chiavare e di piu sentirla godere.....

      Elimina
  15. Proviamo a semplificare le cose...
    Chi è la moglie fedele ?
    Quelle che innamorata del marito reste ad ogni tentazione!
    Splendido no?
    Splendido se è vero!
    Ma se resiste alle tentazioni semplicemente perchè non ne prova alcuna?(moglie minus-erotica)
    Oppure perchè nessuno gliene rivolge?
    (moglie minus-desiderata)
    La cosa certa è che in una coppia cuckold non esistono questi dubbi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma non l'hai capito che è un modo per vivere l'omosessualità repressa tramite la propria moglie ? la moglie è un'appendice fallica ! poi quando osano, riescono finalmente a prenderlo in bocca o in culo, ma ovviamente è solo un gioco ! mica vuoi dire che sono gay ??? ;)

      Elimina
  16. voglio postare la mia esperianza personale in quanto ancora non l'ha fatto nessuno da questo punto di vista nella discussione.
    Sono sempre stato attratto dalla trasgressione ma per motivi vari ho represso questa curiosità per lungo tempo. Poi grazie ad internet, ho scoperto il sito lamoglieofferta (che ha anche dato un suo punto di vista proprio nella prima risposta), ed è così che sono diventato un bull. Essere bull significa saper interagire con la coppia cuckold e non un semplice singolo alla ricerca di una scopata in più. Bisogna decisamente esserci portati e provare eccitazione nel fare sesso con una donna mentre il marito è presente. Per mia fortuna o capacità ( lo lascio giudicare alle coppie con cui ho giocato), ho avuto modo di conoscere molte coppie cuck e posso affermare che esistono vari modi di interpretare il desiderio di essere cornuto. Prima di tutto è sempre un gioco, anche quando il marito gode nell'essere sottomesso. E' una condizione che termina nel momento stesso in cui i giochi hanno fine. Se è vero che nella maggior parte dei casi è il lui di coppia a gestire il contatto con il bull, ho conosciuto diverse coppie dove è la lei che gestisce i contatti e la messaggistica. Mi sono capitati mariti solo guardoni, e mariti partecipi nel gioco. Ma spesso è vero, esiste una componente bisex in cui il marito è attratto dal cazzo del bull e desidera soddisfarmi oralmente. Sempre e dico sempre ho notato un forte legame nella coppia. Il maschio ama realmente la sua donna: concederla al bull è una sorta di regalo che fa prima a lei e da cui poi ovviamente trae anche lui piacere cerebrale. Sicuramente la lei di un uomo cuck è una femmina portata a vivere il sesso in modo trasgressivo.
    Inizialmente può essere difficile incontrare una coppia. Quando mette un annuncio che cerca un bull come minimo riceve 30 e passa risposte al giorno. Quindi la concorrenza è dura e spietata. Anche per me all'inizio non mi rispondeva nessuno. Fintanto che la prima coppia conosciuta mi ha certificato come bull affidabile e ho cominciato ad avere un nutrito numero di foto comprovanti i miei incontri che con il tempo si sono susseguiti. Ora con molti feedback positivi al mio attivo sono io che ricevo richieste di incontri dalle coppie. Perchè senza voler fare autocelebrazioni, sembra che in giro di bull validi non ce ne siano così tanti e le coppie cercano di evitare bidonate e soprattutto persone invadenti e poco discrete. In questo l'essere sposato mi ha dato un vantaggio.
    Concludo dicendo che se un bull non dimentica di rappresentare un gioco nella fantasia della coppia di turno e sa restare al suo posto avrà sicuramente molte soddisfazioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  17. AntoniomaritodiGina19 settembre 2012 08:52

    Mi chiamo Antonio, mia moglie Gina ha circa 15 anni in meno, io quasi 60 lei 45.E' una bella donna con curve nei posti giusti e a letto disponibile in tutti i buchi! Da tempo sono semi-impotente e vorrei vederla montata da altro/i uomo/ini,questa cosa mi eccita tanto a tal punto che godo nel farmi umiliare da lei e masturbarmi o farmi masturbare mentre mi racconta fantasie erotiche che la ritraggono da un rientro amoroso. Vorrei realmente coronare il mio sogno cuckold e vederla esprimersi sessualmente nel nostro talamo con un bull che la possieda e la faccia godere umiliandomi entrambi con insulti vari mentre mi masturbo ciò che rimane del mio cazzo, un cazzetto piccolo e quasi sempre moscio. Mi piacerebbe inoltre dover servire entrambi di ciò che richiedono, e ripulire il cazzo di lui con la lingua non appena uscito da figa o culo ed intriso dei loro umori e poi chinarmi a leccare la figa o l'ano di lei, sperando (visto che ho idee bisex) che il bull mi voglia sodomizzare davanti a lei, per completare la mia umiliazione sino in fondo. Unico scoglio Lei Gina, che dice sempre che non mi tradirà...forse lo dice per fare le cose da sola infatti i suoi racconti sono troppo lineari e ricchi di particolari...spero che abbia ragione così almeno sono già un cornuto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fatti le pompette, sono un valido aiuto contro l'impotenza

      Elimina
  18. Sono cuckold e con questo non mi sento cornuto ne frocio esono virile, non siamo viscidi ecc.. Ecc. Forse magari viviamo la sensualità di coppia un po più trasgressiva mia moglie come tante donne non si fa scopare di nascosto e magari mi bacia di sera dopo che si è presa un bel cazzo in bocca di nascosto...mia moglie ha un bull fisso a volte partecipò e a volte la lascio da sola a farsi una bella sana scopata...lei è felice e mi adora come io adoro le

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari non sei cornuto... ma sicuramente devi imparare a scrivere...

      Elimina
    2. In quanto bull sono in cerca di una relazione fissa con una lei di coppia....magari potresti indirizzarmi.
      Ho rispetto di quello che provate e credo che ognuno al mondo debba essere libero di fare quello che vuole sempre nel rispetto altrui.
      La mia mail è:
      lorenzo24sexy@hotmail.it
      Spero tu possa rispondermi...ciao.

      Elimina
    3. Ciao Lorenzo, siamo una coppia cuckold, io ho 53 anni, mia moglie ne ha 44 molto ben portati, ama vestire molto provocante, ha una sorta di fetish per la pelle (stivali, pantaloni, lingerie, chiodo) e pellicce, con cui ama fare sesso. Amo vederla godere al massimo con uomini prestanti, ben dotati ed educati. Di dove sei? Noi siamo del Nord-Est, sarebbe bello incontrarci.... ti cercheremo
      ciao

      Elimina
    4. Ciao sono Roby Bull di padova,se ti va contatami.grazie ciao Roby avvoltoio59@libero.it 3466146606

      Elimina
  19. Buongiorno,
    siamo ricercatrici universitarie, stiamo collaborando a un progetto riguardante le tematiche e i ruoli della pratica cuckold.
    Prendendo come riferimento i dati emersi da una precedente ricerca (basata su interviste online), sono stati creati tre questionari per indagare meglio i tre ruoli principali (Cuckold, Sweet e Bull).
    Stiamo cercando persone che praticano cuckoldismo e che possano collaborare al fine di definire e conoscere meglio questa pratica.
    La compilazione richiederà circa 15 minuti
    Chiediamo a chi interessato di compilare il questionario inerente al proprio ruolo scegliendo tra i tre link sotto riportati.
    I dati saranno usati solo ai fini di ricerca e i questionari saranno in forma anonima.
    Per dubbi o informazioni di qualsiasi tipo, potete contattarci alla seguente mail: ricercatoriuniversitacuckold@gmail.com
    Ringraziando anticipatamente per la collaborazione e la disponibilità

    Questionario Cuckold: https://docs.google.com/forms/d/1vH1EHEgctXwCGrUJLpJ1mw_Bka2CyWu634LmrLxv46M/viewform

    Questionario Sweet: https://docs.google.com/forms/d/12WmGN2BilrnY_6a8LS5QL2BTp7wauxk3kWvqYbeZFmY/viewform

    Questionario Bull: https://docs.google.com/forms/d/1fmVk0DWr2RH-Bq-cPHtXUqf0A124hF38CrbxfkLKo70/viewform

    RispondiElimina
  20. Buongiorno,
    siamo ricercatrici universitarie, stiamo collaborando a un progetto riguardante le tematiche e i ruoli della pratica cuckold.
    Prendendo come riferimento i dati emersi da una precedente ricerca (basata su interviste online), sono stati creati tre questionari per indagare meglio i tre ruoli principali (Cuckold, Sweet e Bull).
    Stiamo cercando persone che praticano cuckoldismo e che possano collaborare al fine di definire e conoscere meglio questa pratica.
    La compilazione richiederà circa 15 minuti
    Chiediamo a chi interessato di compilare il questionario inerente al proprio ruolo scegliendo tra i tre link sotto riportati.
    I dati saranno usati solo ai fini di ricerca e i questionari saranno in forma anonima.
    Per dubbi o informazioni di qualsiasi tipo, potete contattarci alla seguente mail: ricercatoriuniversitacuckold@gmail.com
    Ringraziando anticipatamente per la collaborazione e la disponibilità.

    Questionario Cuckold: https://docs.google.com/forms/d/1vH1EHEgctXwCGrUJLpJ1mw_Bka2CyWu634LmrLxv46M/viewform

    Questionario Sweet: https://docs.google.com/forms/d/12WmGN2BilrnY_6a8LS5QL2BTp7wauxk3kWvqYbeZFmY/viewform

    Questionario Bull: https://docs.google.com/forms/d/1fmVk0DWr2RH-Bq-cPHtXUqf0A124hF38CrbxfkLKo70/viewform

    RispondiElimina
  21. Ciao sono Roby Bull di Padova,48enne di bella presenza,pulito riservato e di buona cultura.Se ce qualche coppia che mi vuole conoscere,mi puo' contatare al mil cell.3466146606 grazie Roby

    RispondiElimina
  22. salve cerco coppia reale ospitale x bull mastere dominante esperto cerco coppie eta'40-55 enni seri riservati anche per convivenza in 3 ma cerco il vero cuckold passivo e sottomesso, ubbidiente e schiavo eseguire ordini da bull e moglie troia, ,anche per ingravidare, chi e interessato pou scrivere---BULLRESISTENTE@VIRGILIO.IT no mercenari o papponi, rispondo a chi scrive con cell di LEI non di LUI, e FOTO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vai all'arcigay, è quello il posto per te

      Elimina
  23. Anch'io da qualche anno fantastico di vedere mia moglie scopare con altri uomini. Purtroppo fino ad ora è stata vissuta da entrambi come una fantasia e nonostante i miei tentativi non sono ancora riuscito a trasformarla in realtà. Come posso fare per dare a mia moglie quella spinta decisiva per vivere questa esperienza?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lasciala! non è lei che desideri. Non molestate, non insistere !!!

      Elimina
  24. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  25. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  26. fate pena. I maschi credo soffrano di omosessualità repressa, mentre le mogli sono delle puttane, ma solo perché ne arrivano vantaggi economici dal matrimonio o da un futuro matrimonio. smettetela di parlare di percentuali, per colpa di questa perversione ci ha rimesso la vita una ragazza (tiziana cantone) e molte altre per bisogno di avere una famiglia, di un marito benestante e/o scarsa autostima verranno molestate e indotte a queste pratiche che vanno curate dallo psichiatra !

    RispondiElimina

Il grande colibrì